Quotidiano Nazionale logo
5 mag 2022

Per le risse in centro storico Bellaria valuta un’ordinanza

Per i cittadini l’aggressione di domenica notte era un "evento annunciato". Diverse le ipotesi al vaglio di amministrazione comunale e forze dell’ordine

Il centro storico di Cadelbosco Sopra, dove si sta valutando un intervento
Il centro storico di Cadelbosco Sopra, dove si sta valutando un intervento
Il centro storico di Cadelbosco Sopra, dove si sta valutando un intervento

La rissa con il ferimento grave di un uomo, avvenuta domenica notte, risulta essere un "evento annunciato", secondo diversi residenti in centro storico a Cadelbosco Sopra. Da qualche tempo, infatti, vengono segnalate presenze non sempre "tranquille", soprattutto di sera, nei pressi di alcuni locali pubblici situati nel cuore del paese. Purtroppo bastano pochi soggetti a provocare situazioni di rischio, con un aumento della percezione di insicurezza da parte dei cittadini.

Polizia locale e carabinieri hanno già avviato un potenziamento dei controlli e degli interventi diretti, per cercare di fronteggiare il fenomeno. E ora si sta pensando anche a possibili provvedimenti da parte dell’autorità comunale: in municipio il sindaco Luigi Bellaria è intenzionato a non sottovalutare questa situazione, esaminando l’ipotesi di specifiche ordinanze, arrivando anche a limitare gli orari di apertura dei locali pubblici del centro, se sarà necessario. Diverse le ipotesi al vaglio di amministrazione comunale e forze dell’ordine. Si vuole infatti intervenire per contrastare il disagio segnalato negli ultimi tempi in centro paese, ma allo stesso tempo si vuole evitare di provocare limitazioni a cittadini e famiglie che, invece, con l’arrivo della bella stagione vorrebbero trascorrere le serate all’aperto, frequentando i locali del centro storico di Cadelbosco. Per la rissa di domenica sono stati denunciati i tre uomini coinvolti, con l’ipotesi delle lesioni personali gravi per l’autore del pugno che ha fatto cadere il 51enne poi finito in ospedale.

Antonio Lecci

© Riproduzione riservata

Iscriviti alla newsletter.

Il modo più facile per rimanere sempre aggiornati

Hai già un account?