Sembrava una giornata di spensieratezza e allegria, poi all’improvviso si è trasformata in un incubo per un gruppo di amici, quella di ieri a Cadelbosco Sopra. E l’apprensione rimane ancora tanta per un ragazzo di 32 anni, che si trova ricoverato in Rianimazione all’ospedale di Parma. Le sue condizioni...

Sembrava una giornata di spensieratezza e allegria, poi all’improvviso si è trasformata in un incubo per un gruppo di amici, quella di ieri a Cadelbosco Sopra. E l’apprensione rimane ancora tanta per un ragazzo di 32 anni, che si trova ricoverato in Rianimazione all’ospedale di Parma. Le sue condizioni erano ieri definite molto gravi.

Anche se non è ancora del tutto chiara la dinamica dell’incidente. Da quanto si è appreso, il 32enne era andato a casa di alcuni amici, in via Dante Alighieri, per passare una giornata in una piscina privata. Dopo pranzo, però, verso le 16, il ragazzo ha iniziato all’improvviso a sentirsi male. Non si esclude che si sia trattato di un malore provocato da una congesione derivante dal pranzo, ma al momento è solo un’ipotesi. E non si capisce neanche se, dopo il malore, sia caduto a terra battendo violentemente il capo. Fatto sta che le sue condizioni sono apparse subuito serie. Dalla centrale del 118 hanno inviato sul posto un’ambulanza e un’automedica, ma è stato richiesto anche l’intervento dell’elicottero dall’ospedale di Parma, che è atterrato non senza qualche difficoltà in un giardino di un’abitazione limitrofa a quella in cui era avvenuto il drammatico episodio. I sanitari hanno dapprima soccorso l’uomo, poi, evidentemente dopo aver valutato che le condizioni rimanevano ancora piuttosto gravi, hanno optato per l’immediato trasferimento all’ospedale di Parma. Così il corpo è stato sistemato su una barella e quindi all’interno dell’elicottero, che è poi decollato per l’ospedale parmense.