Quotidiano Nazionale logo
Quotidiano Nazionale logo
il Resto del Carlino logo
21 mag 2022

Pesticidi proibiti, agricoltore nei guai

I carabinieri forestali gli trovano 10 litri di prodotti divenuti fuorilegge dal 2004 e lo denunciano

21 mag 2022
In base alla legge, i prodotti rinvenuti dai carabinieri sono pericolosi per la salute
In base alla legge, i prodotti rinvenuti dai carabinieri sono pericolosi per la salute
In base alla legge, i prodotti rinvenuti dai carabinieri sono pericolosi per la salute
In base alla legge, i prodotti rinvenuti dai carabinieri sono pericolosi per la salute
In base alla legge, i prodotti rinvenuti dai carabinieri sono pericolosi per la salute
In base alla legge, i prodotti rinvenuti dai carabinieri sono pericolosi per la salute

Gestione illecita di rifiuti pericolosi: un uomo di 65 anni è stato denunciato dai carabinieri forestali di Scandiano che gli hanno sequestrato una decina di litri di prodotti fitosanitari non commerciabili, considerati pericolosi per la salute e che – in base alla legge – dovevano essere stati smaltiti da molti anni.

Sono quindi scattati i provvedimenti.

Il sessantacinquenne reggiano è finito nei guai per aver detenuto, nella sua azienda agricola situata nel territorio del comprensorio ceramico, prodotti fitosanitari ritirati dal commercio.

I carabinieri della stazione forestale di Scandiano hanno così denunciato l’uomo alla Procura della Repubblica del tribunale di Reggio con l’accusa di gestione non autorizzata di rifiuti pericolosi, costituiti in questo caso da fitofarmaci ritirati dal commercio per i quali vigeva l’obbligo di smaltimento.

Il procedimento, in fase di indagini preliminari, continuerà per i consueti approfondimenti investigativi al fine di consentire al giudice di verificare l’eventuale piena responsabilità dell’indagato.

I controlli dei carabinieri forestali della stazione scandianese nell’azienda agricola sono avvenuti l’altra mattina e sono stati poi trovati, all’interno dello spazio destinato alla conservazione dei prodotti fitosanitari, una decina di flaconi da un litro di insetticida revocato dal commercio nel 2004 in quanto dichiarato potenzialmente pericoloso per la salute umana.

Questi prodotti, al momento del ritiro dal commercio, vengono automaticamente classificati come rifiuti pericolosi e sono dunque soggetti all’obbligo di smaltimento entro dodici mesi.

Fondamentale in questi casi è certamente rispettare con attenzione le normative vigenti.

Dopo le verifiche eseguite, i flaconi di insetticida illecitamente detenuti sono stati sottoposti a sequestro preventivo.

L’attività è stata compiuta nell’ambito della campagna di controlli in atto da parte dei carabinieri forestali per quanto riguarda il corretto utilizzo dei prodotti fitosanitari in agricoltura.

mat. b.

© Riproduzione riservata

Iscriviti alla newsletter.

Il modo più facile per rimanere sempre aggiornati

Hai già un account?