Quotidiano Nazionale logo
20 apr 2022

Poche case per troppe richieste: è boom Nel ’22 la domanda è aumentata di un terzo

Dall’analisi di Immobiliare.it emerge come Reggio, seppur tuttora conveniente, stia subendo un’impennata di prezzi come mai accaduto

daniele petrone
Cronaca

di Daniele Petrone

Tutti vogliono trasferirsi a Reggio. Siamo la città più richiesta in Emilia-Romagna, ma anche tra quelle dove i prezzi aumentano di più, sia per l’affitto sia per la compravendita seppur la nostra sia sempre tra le più convenienti al metro quadro.

Ma si trovano sempre meno case sul mercato della nostra provincia, perché chi le ha se le tiene strette. Dati e statistiche rilevate da Immobiliare.it, nell’osservatorio trimestrale sul settore residenziale curato da Immobiliare Insights.

AFFITTI

Per quanto riguarda l’affitto, nei primi tre mesi del 2022, la domanda in città è aumentata del 34,5% - la percentuale più alta dei capoluoghi con una proiezione da qui a settembre del 122,9% rispetto allo stesso periodo 2021 – mentre in provincia addirittura del 54,2% (solo il ferrarese è più gettonato col 63%). E pensare che la media regionale è scesa del 6,3%, per poi salire a fine anno prossimo al 57,1% (quando però a Reggio si toccherà l’84,6%).

Numeri che creano un mismatch con l’offerta. Il ‘delta’ all’interno delle mura cittadine vede un -17,3% in questo trimestre con picchi di -44% previsti nel terzo trimestre. In questa speciale classifica, Rimini ha un’offerta che si è abbassata del 33,7%. Così come la provincia reggiana si attesta su un -4.7%, ma arriverà a -25,5%. Anche qui la media regionale è diametralmente opposta con un +10,4% sui primi tre mesi, fino a scendere al -43,9% a fine 2022.

E i prezzi? Nove euro al metro quadro in città (+2,4% rispetto a un anno fa con una crescita prevista dell’8,8% a fine anno) e 6,9 euro al mq in provincia (+3,3%). Non è poco, ma neppure tanto se si considerano i 15 euro di Bologna o Ravenna provincia oppure gli 11,4 di Modena e i 10,3 di Parma. Siamo comunque sotto la media di 11,1 euro.

COMPRAVENDITE

Sulla vendita invece rimanendo in tema prezzi, a Reggio città il prezzo al mq è di 1.726 euro (+2,3%, il rialzo più alto tra i capoluoghi e con un +8,8% di proiezione), mentre in provincia si vira sui 1.376 euro (+1,3% fino a +2,4%). Attestandoci così a metà classifica (ma di gran lunga sotto la media regionale che è di 2.000 euro). Comprare in provincia a Bologna ad esempio costa di più (1.953 euro), mentre sotto le Due Torri il prezzo sale a 3.121 euro. Paragonandoci con le ‘cugine’, a Parma città si spende 2.056 euro al mq e 1.268 euro in provincia, mentre a Modena forbice di circa 700 euro (2.250 in città e 1.519 in provincia). Piacenza è la meno cara (1.496 euro al mq in città e 1.134 euro al mq in provincia).

DOMANDA E OFFERTA

Per ciò che riguarda la domanda e l’offerta, si incrociano già di più rispetto all’affitto. Quantomeno a Reggio città dove la domanda registra un +2,1% nel primo trimestre (media regionale +12,2%), ma con una previsione addirittura del -10,2% a fine anno. In provincia invece +5,3%. Siamo la città con le percentuali più basse nei primi tre mesi del 2022 fatta eccezione per Piacenza città col -2,8%. L’offerta in città è sul +2,4% con previsione del +6,2% a fine anno (mentre la media regionale è in negativo, variando dal -1,7% al -12,1%), mentre nel resto del territorio c’è pochissimo da offrire: dai -4,3% del primo trimestre si arriverà al -13,4% di fine 2022.

Infine per quanto concerne la tipologia richiesta, il trilocale è quello che va per la maggiore (privilegiato dal 61,4% dei reggiani) come del resto in tutta la regione; a ruota il quadrilocale (23,6%) e infine il bilocale (11%).

© Riproduzione riservata

Iscriviti alla newsletter.

Il modo più facile per rimanere sempre aggiornati

Hai già un account?