Quotidiano Nazionale logo
16 apr 2022

Ponteggi non ancorati, arriva la multa

I carabinieri dell’Ispettorato del lavoro hanno ’pizzicato’ un imprenditore edile, sanzionato per 2.500 euro. I dipendenti tutti regolari

I carabinieri dell’Ispettorato provinciale del Lavoro
I carabinieri dell’Ispettorato provinciale del Lavoro
I carabinieri dell’Ispettorato provinciale del Lavoro

Ponteggi non ancorati in modo idoneo. E’ questa la grave mancanza di un imprenditore edile, multato dai carabinieri del nucleo ispettorato lavoro di Reggio – supportati dai colleghi della stazione di Quattro Castella – con una ammenda di quasi 2.500 euro.

D’altronde i controlli dell’Arma si sono intensificati a seguito dell’entrata in vigore del decreto legge 146 dell’ottobre scorso, che inasprisce notevolmente le violazioni in tema di sicurezza e lavoro nero. E nella rete dei militari è finito proprio un imprenditore edile: sulla scorta di una mirata attività informativa tesa a contrastare le fattispecie illecite in materia, e seguendo le costanti indicazioni del prefetto Iolanda Rolli, i carabinieri hanno svolto un controllo giovedì mattina, all’interno di un cantiere nella zona pedemontana della val d’Enza. Dai primi riscontri del nucleo ispettorato lavoro, i dipendenti erano tutti regolarmente assunti, motivo per cui non sono emerse irregolarità per quanto riguarda il lavoro nero. Un sospiro di sollievo che, secondo i carabinieri, dimostra i primi effetti positivi del decreto legge almeno su questo aspetto. Ma i problemi sono sorti sull’altra fattispecie in esame, ovvero la sicurezza del cantiere stesso. I militari infatti hanno rilevato che i ponteggi non erano stati ancorati in modo idoneo, motivo per cui il titolare è stato denunciato alla Procura reggiana, con una multa comminata pari a 2.457 euro. Trattandosi comunque di reati prescrivibili la posizione dell’imprenditore potrà essere archiviata nel momento in cui provvederà a pagare le sanzioni comminategli. Il livello di attenzione rimarrà comunque alto, considerando che nel 2021 le morti sul lavoro in provincia di Reggio sono state 9, l’ultima peraltro proprio mentre operava su un ponteggio. Si trattava dell’operaio edile Roberto Alessandri, 56 anni, che il 30 settembre cadde da una impalcatura in località La Noce. In quel caso gli ispettori della medicina del lavoro non rilevarono comunque irregolarità all’interno del cantiere. Ma il successivo decreto legge nazionale ha comunque ribadito ancora una volta l’importanza di verificare l’assoluta sicurezza dei luoghi di lavoro.

© Riproduzione riservata

Iscriviti alla newsletter.

Il modo più facile per rimanere sempre aggiornati

Hai già un account?