Quotidiano Nazionale logo
29 apr 2022

Premio per la lotta all’amianto A vincere è il sindaco Cavallaro

Il riconoscimento attribuito da Casale e dall’Associazione familiari. Il primo cittadino lo dedica ad Alfredo Bersani

Alfredo Bersani, ex operaio Eternit
Alfredo Bersani, ex operaio Eternit
Alfredo Bersani, ex operaio Eternit

Il sindaco di Rubiera Emanuele Cavallaro ha vinto il premio ‘Eternot 2022’. Il primo cittadino ieri, impegnato in un’esercitazione di Protezione civile, si è collegato online alla cerimonia per i dieci vincitori. Un premio conferito dal Comune di Casale Monferrato e dall’Associazione Familiari e Vittime dell’Amianto a enti, amministrazioni, cittadini che si siano distinti per "l’impegno profuso nella cura, la ricerca, la diffusione dell’informazione, in importanti e significative azioni di bonifica, nelle battaglie sociali e legali legate ai danni causati dall’amianto". Il Comune di Rubiera ha partecipato alla "battaglia legale – si legge nella motivazione del riconoscimento – a fianco delle famiglie del processo Eternit che coinvolgeva anche i lavoratori dell’ex stabilimento, ha terminato la bonifica delle strutture pubbliche e ha dato un forte impulso alla bonifica delle strutture private realizzando il ‘Catasto Immobili Amianto Rubiera’. Il Comune di Rubiera, senza far parte di un Sin e senza poter disporre di finanziamenti specifici, ha quindi saputo svolgere un’intensa e significativa opera di sensibilizzazione e coinvolgimento della popolazione sul tema della lotta all’amianto, riuscendo a bonificare 231.834 mq di coperture, pari all’81% del totale censito".

I premi sono stati consegnati a Casale nella giornata mondiale delle vittime dell’amianto. "Condivido – sottolinea il sindaco Cavallaro – questo premio con i nostri tecnici che hanno ‘inventato’ il Ciar, Ettore Buccheri e Floriano Ciavattini, con tutti i cittadini che hanno agito consci del pericolo dell’amianto, con le centinaia di rubieresi che hanno pianto un loro caro ucciso dal mesotelioma, ma soprattutto con Alfredo Bersani (intervistato dal Carlino pochi giorni fa, ndr), allora rappresentante sindacale all’Eternit di Rubiera, che solo poche settimane fa ha dovuto dire addio a sua moglie Carla, anche lei portata via da questo minerale assassino".

Matteo Barca

© Riproduzione riservata

Iscriviti alla newsletter.

Il modo più facile per rimanere sempre aggiornati

Hai già un account?