ANTONIO LECCI
Cronaca

Reggio Emilia, in carcere per rapine a gioielleria e Poste

Condanna definitiva per un 53enne campano per reati in Abruzzo e Campania

Il 53enne è stato trasferito in carcere

Il 53enne è stato trasferito in carcere

Reggio Emilia, 17 febbraio 2024 – Condanna definitiva e arresto per un 53enne campano ora domiciliato a Reggio Emilia. Nel 2012, con alcuni complici, aveva messo a segno una rapina in una gioielleria di Roseto degli Abruzzi, per un bottino di 80 mila euro in gioielli. In particolare, due complici si sarebbero occupati di effettuare nei giorni precedenti alla rapina due sopralluoghi nel negozio per verificare anche il posizionamento delle telecamere di sicurezza, mentre il 53enne arrestato avrebbe messo a segno il colpo, con un’altra persona, armati di pistola, legando il commerciante per poi svuotare la cassaforte. Il 53enne è stato condannato nel 2021 dalla Corte d’appello di Perugia a cinque anni di reclusione, con fine pena nel 2026. Ma è emersa un’altra condanna, a tre anni e quattro mesi, per una tentata rapina a un ufficio postale a Casalnuovo di Napoli, nel 2022. In quel caso il 53enne con due complici era stato notato in auto aggirarsi nei pressi dell’ufficio postale. I malviventi, armati di pistola, avevano tentato di infrangere la porta a vetri, ma erano stati bloccati dalle forze dell’ordine e trovati in possesso di una pistola cal.7,65, con matricola abrasa e caricata con due proiettili ed una pistola a salve. La pena detentiva è dunque aumentata, arrivando a sei anni, con l’arresto previsto fino al marzo del 2030. Il provvedimento di trasferimento in carcere è stato eseguito dai carabinieri della caserma reggiana di Santa Croce.