Reggio Emilia, 2 marzo 2021 - Reggio Emilia in zona arancione scuro da giovedì 4 a domenica 21 marzo. Nelle prossime ore, infatti, la Regione varerà una nuova ordinanza per affrontare l'aumento dei contagi in provincia. Quanto preannunciato al Carlino dalla vicepresidente della Provincia Ilenia Malavasi, e cioé la chiusura delle scuole, si sta verificando.

Il focus Reggio Emilia zona arancione scuro: le regole

Modena e Bologna passeranno in zona rossa. Noi abbiamo dati sensibilmente migliori, ma serve un territorio ’cuscinetto’ tra l’epicentro del contagio e le zone periferiche della Regione. Anche per questo ieri sera il presidente della Provincia Giorgio Zanni e il sindaco Vecchi hanno fatto il punto con la Regione e i vertici Ausl, riflettendo su questa ipotesi. Da Reggio nessuno si è opposto, perché i dati parlano chiaro.

Per quanto riguarda la zona arancione scuro in cui viene collocata anche la provincia di Reggio Emilia, dopo i comuni della Ausl Romagna a eccezione del distretto di Forlì, e quindi quelli delle province di Rimini, Ravenna e del Cesenate, le limitazioni principali riguardano: lo stop agli spostamenti - se non per motivi di salute, lavoro e comprovate necessità - anche all’interno del proprio comune, e il divieto di recarsi da parenti, amici e nelle seconde case; la chiusura delle attività ricreative e una stretta alle attività sportive, oltre alla didattica a distanza per le scuole di ogni ordine e grado e le Università. In presenza servizi educativi 0-3 anni e scuole dell’infanzia. In questa area rimangono invece consentite le attività economiche, comprese quelle di servizio alla persona, permesse nelle zone arancioni del Paese.