Tariffa rifiuti puntuale dal primo luglio
Tariffa rifiuti puntuale dal primo luglio

Reggio Emilia, 12 luglio 2019 - Tassa sui rifiuti? A Reggio Emilia la bolletta diventa piu' leggera per chi fa la raccolta differenziata nel modo giusto. Con l'introduzione della 'tariffa puntuale', in vigore dall'1 luglio, per chiunque faccia la raccolta differenziata nel modo giusto e non superi la quota dei ritiri base dei rifiuti indifferenziati ci saranno dei bonus.

Si tratta di un risparmio a famiglia (che varia a seconda del numero dei componenti e delle dimensioni della casa) dal 3 al 5%, circa 5-15 euro all'anno. "Ridurre e differenziare i rifiuti costituisce un impegno di civilta' sempre piu' necessario per l'ambiente e le future generazioni. I reggiani lo sanno bene, visto che la raccolta differenziata ha superato sul nostro territorio la quota dell'80%", dicono gli assessori ai Tributi, Lanfranco De Franco e all'Ambiente, Carlotta Bonvicini, spiegando che ora i tempi "sono maturi" per passare alla tariffa puntuale.

Dall'1 luglio, mentre il conferimento dell'umido porta a porta continua con un numero illimitato di ritiri, per i rifiuti secchi indifferenziati sono cambiate le modalita' di ritiro, basate sul numero di componenti. Si va da 12 svuotamenti all'anno per le utenze con una sola persona, 18 per un coppia, 24 per tre persone fino a 36 per i nuclei da cinque persone in su. Per il centro storico, viste le caratteristiche del territorio e l'uso del sacco bianco al posto del bidone i numeri di ritiri raddoppiano.

"Si tratta di un numero di ritiri studiato sulle abitudini di consumo delle famiglie e che in altre realta' si e' rivelato piu' che sufficiente, tant'e' che il 90% dell'utenza domestica non ha avuto bisogno di ricorrere a ritiri extra", scrive il Comune di Reggio Emilia.

Per evitare di superare il numero delle consegne ai netturbini per smaltire i rifiuti indifferenziati, il Comune di Reggio Emilia consiglia di mettere in strada il bidone solo quando e' effettivamente pieno. Tutti gli addebitamenti extra (70 centesimi nelle ecostation, 1,40 euro in strada) saranno conteggiati nella prima rata della Tari del 2020. Per le famiglie con figli piu' piccoli di 30 mesi o con anziani che fanno uso di pannoloni non vengono conteggiate le vuotature eccedenti di ogni contenitore assegnato.