Rivoluzione ai vertici di Seta. L’ex Pd Cirelli alla presidenza. Dovrà frenare la fuga degli autisti

Il nuovo presidente, già consigliere comunale a Modena, assume l’incarico che fu di Antonio Nicolini. Da vent’anni si occupa di soluzioni integrate per la logistica e il trasporto con la Gep informatica srl.

Rivoluzione ai vertici di Seta. L’ex Pd Cirelli alla presidenza. Dovrà frenare la fuga degli autisti

Rivoluzione ai vertici di Seta. L’ex Pd Cirelli alla presidenza. Dovrà frenare la fuga degli autisti

Il Consiglio di Amministrazione di Seta si è riunito per procedere alla cooptazione di Alberto Cirelli, che quindi contestualmente ha assunto la carica di Presidente dell’azienda di trasporto pubblico dei bacini di Reggio, Modena e Piacenza. Cirelli era stato nominato nei giorni scorsi, ai sensi dello Statuto, da parte dell’assemblea dei soci modenesi.

Alberto Cirelli, 63 anni, è attualmente presidente di Confapi Emilia-Romagna e da oltre vent’anni è socio e membro del Consiglio di Amministrazione di Gep informatica srl, società specializzata nello sviluppo di soluzioni integrate per la logistica ed il trasporto. Al suo attivo ha anche un’esperienza come consigliere comunale di Modena tra il 2019 e il 2021 con il Partito democratico, in precedenza è stato anche Presidente della Circoscrizione cittadina 4.

Nell’assumere la carica di Presidente di Seta, Alberto Cirelli ha dichiarato: "Ringrazio per questa nomina i soci modenesi di Seta che hanno espresso la loro fiducia nei miei confronti, nonché quelli reggiani e piacentini che ne hanno condiviso la scelta. Metto a disposizione dell’azienda e delle comunità da essa servite le competenze e l’esperienza che ho maturato - sia in campo amministrativo che professionale - confidando di poter dare un contributo positivo alla sua gestione nel segno della continuità con chi mi ha preceduto (Antonio Nicolini; ndr)". Cirelli dovrà gestire una situazione non facile in cui versa l’azienda, con la fuga sempre più insistente degli autisti verso il privato (ad oggi mancano all’appello circa una trentina di persone per rispettare l’organico previsto).

"Il trasporto pubblico è un servizio fondamentale per i cittadini – continua Cirelli – Il mio impegno (e, ne sono certo, anche quello di tutti coloro che operano in Seta) sarà volto a portare avanti le azioni strategiche intraprese, che hanno come obiettivo principale il miglioramento qualitativo del servizio erogato, così da renderlo più performante ed attrattivo. Per raggiungere questo obiettivo Seta ha scelto di puntare sull’innovazione tecnologica, sul rinnovamento della flotta e sulla riduzione del suo impatto ambientale: il percorso è già stato intrapreso ed è sostenuto da un ambizioso piano aziendale di investimenti, che può contare anche su fondi del PNRR che consentiranno entro breve l’introduzione nel nostro parco mezzi di autobus alimentati ad idrogeno e full electric. Intendo altresì impegnarmi per consolidare il rapporto di positiva collaborazione che vige tra tutte le componenti aziendali, e sarò in attento ascolto delle esigenze espresse sia dai cittadiniutenti che dal personale di Seta".