Reggio Emilia, 28 settembre 2021 - Si deciderà domani sull'estradizione dello zio di Saman Abbas, Danish Hasnain, arrestato la settimana scorsa a Parigi. La 18enne pachistana è scomparsa da Novellara, nella Bassa Reggiana, dal 30 aprile scorso, dopo essersi opposta ad un matrimonio combinato in patria dai genitori.

AGGIORNAMENTO Saman, contatti tra lo zio e il cugino latitante

Il tribunale francese infatti vedrà comparire Hasnain in aula per la seconda volta in pochi giorni dopo l'udienza di convalida dell'arresto, in cui non ha parlato. I magistrati d'Oltralpe dovranno dare il via libera al trasferimento entro pochi giorni dello zio in Italia: sarà rinchiuso nel carcere di Reggio Emilia dove già si trova uno dei cugini di Saman, Ikram Ijaz, arrestato già mesi fa. 

Lo zio di Saman, Danish Hasnain, e Saman Abbas

Intanto oggi gli investigatori del comando dei carabinieri di Reggio Emilia sono arrivati a Parigi per discutere con le autorità di polizia locali su come poter individuare l'altro cugino di Saman, Nomanulaq Nomanulaq, che ancora manca all'appello.

C'è poi l'aspetto della richiesta di arresto per estradizione inviata al Pakistan per i genitori di Saman, irreperibili ormai da giugno. Il console del paese asiatico ha sempre assicurato massima collaborazione con l'Italia per avviare le ricerche dei genitori e poterli assicurare alla giustizia. Nel frattempo dal Pakistan si fa più pressante la richiesta di visto per l'Italia della famiglia di Saqib, il fidanzato di Saman, che da mesi denuncia minacce reiterate contro i suoi genitori da parte del 'clan' Abbas in Pakistan.

image