ANTONIO LECCI
Cronaca

Scandiano, minorenne denunciato per l'aggressione in piscina

L'episodio era accaduto la scorsa estate ai danni di un addetto alla sicurezza

I carabinieri davanti alla piscina

I carabinieri davanti alla piscina

Scandiano (Reggio Emilia), 9 novembre 2023 – Accompagnato dal padre, si era presentato alla caserma dei carabinieri di Scandiano denunciando l’addetto alla sicurezza della piscina locale, accusato di lesioni. Ma le immagini registrate dalla videosorveglianza aveva fornito una versione diversa da quella accusatoria, con il caso poi archiviato. A sua volta, era stato l’addetto alla sicurezza a presentare querela per un’aggressione, avvenuta ai suoi danni ad opera del minorenne e di un complice, ai quali era stato impedito l’accesso alla piscina per fatti spiacevoli avvenuti in precedenza. Così il ragazzo, minorenne, è stato denunciato al competente tribunale bolognese per lesioni personali e porto abusivo di armi, mentre si indaga per risalire all’altro ragazzo. Era accaduto la scorsa estate. Secondo quanto ricostruito dai carabinieri, la vittima stava svolgendo un servizio di sicurezza alla piscina di Scandiano, quando notava che all’esterno della struttura c’erano tre ragazzi, a lui noti perché la settimana precedente si erano resi responsabili di disordini nella struttura. A loro è stato impedito di entrare. Uno di loro ha capito il messaggio, gli altri due si sono recati alle casse per entrare ugualmente. L’addetto alla sicurezza li ha invitati a uscire, ma il minorenne ha reagito con violenza, venendo poi accompagnato all’esterno, dove l’operatore era stato colpito con un bastone. Il minorenne, tornato per chiedere la restituzione del biglietto di ingresso, dopo aver ricevuto il denaro, ha ingaggiato una nuova colluttazione con l’addetto alla sicurezza, colpito con un ombrello recuperato dall’androne di ingresso. Nel parapiglia, la vittima è riuscito a recuperare l’ombrello, con cui ha colpito il minorenne in modo non violento, puntando allo zaino che il giovane aveva sulle spalle, ma senza colpire il ragazzo.