FRANCESCA CHILLONI
Cronaca

Seminano il caos al bar: denunciati tre giovani

Prima la lite, poi l’aggressione armata a un cliente: un 18enne, un 19enne e un 20enne identificati grazie a testimoni e telecamere

Seminano il caos al bar: denunciati tre giovani

Seminano il caos al bar: denunciati tre giovani

Prima la lite e il tentativo di aggressione armata al cliente di un bar, poi la devastazione del locale. Non è una semplice bravata quella per la quale sono indagati tre giovanissimi residenti a Cavriago. Al termine delle indagini, i carabinieri del maresciallo Vincenzo Restivo hanno denunciato alla Procura della Repubblica per concorso in danneggiamento tre ragazzi rispettivamente di 18, 19, 20 anni; su uno di loro pende anche l’accusa di porto abusivo di armi. La vicenda è abbastanza nota in paese e risale alla sera del 20 maggio. Un uomo era arrivato di corsa in un bar, gestito da un 34enne di origine asiatica, e si era rifugiato nel locale per sfuggire a tre giovani che volevano aggredirlo. I ragazzi, giunti al bar, si erano messi a gridare a quell’uomo di uscire fuori, che lo aspettavano. Ma l’uomo si era rifiutato di uscire, tanto più che uno dei ragazzi aveva un coltello da cucina della lunghezza di 25-30 centimetri. I tre allora erano entrati nel bar, con il quarto uomo che aveva utilizzato una sedia per respingerli e farli nuovamente uscire, furibondi. Una volta fuori i ragazzi avevano iniziato a inveire contro l’uomo scagliando sedie e tavoli contro la vetrina.

Non solo: dopo essere andati a prendere dei mattoni sul retro del locale, li avevano usati per colpire sempre la vetrina del locale, causando ulteriori danni. A quel punto, il barista, terrorizzato, aveva allertato i carabinieri. I militari, giunti immediatamente sul posto, avevano constatato che i giovani si erano dileguati e avevano raccolto le prime informazioni sul raid dai testimoni presenti. Il giorno successivo l’esercente si è presentato in caserma per puntualizzare i dettagli del finimondo accaduto la sera prima, lamentare i danni subiti dal bar e formalizzare la denuncia. Il barista ha anche consegnato ai militari una chiavetta Usb contenente le immagini e i video estrapolati dall’impianto di videosorveglianza del locale. A seguito della denuncia, i carabinieri hanno avviato le indagini, partendo proprio dalla descrizione dei tre (nati in Italia) e dai fotogrammi che immortalavano l’esordio della lite nel piazzale davanti al bar e i successivi vandalismi. Grazie anche alle dichiarazioni di testimoni, i carabinieri di Cavriago hanno quindi acquisito a carico dei tre ragazzi elementi sufficienti per denunciarli. L’iter giudiziario è in fase di indagini preliminari.