Quotidiano Nazionale logo
Quotidiano Nazionale logo
il Resto del Carlino logo
29 mag 2022

Sì alla diga, ma il progetto dovrà cambiare

Annunciato il finanziamento di 3,5 milioni per effettuare un nuovo studio. Azzerato il progetto Marcello, i tempi saranno lunghi

29 mag 2022

In arrivo un finanziamento di 3,5 milioni di euro per lo studio di fattibilità di un invaso ad usi plurimi al servizio di Reggio e Parma. Ma il vecchio progetto Marcello viene cancellato e dopo decenni di studi e polemiche si riparte da capo e i tempi per la realizzazione rischiano di farsi lunghi. Autorità ed esperti ieri mattina, nell’Aula Magna di UniMoRe, si sono confrontati sulle migliori soluzioni possibili. La valle dell’Enza risulta essere l’unica in Emilia che consenta di realizzare uno sbarramento sufficiente. A distanza di 35 anni dal primo progetto, sospeso nel 1989, la realizzazione di una diga a Vetto torna d’attualità per garantire acqua ed energia pulite ai terreni agricoli e alle famiglie di Reggio e Parma, eliminare pericoli di alluvioni a valle, creare un’oasi faunistica di grande valore ambientale. Il convegno organizzato dal Lions Club Reggio Emilia Host “Città del Tricolore”, dal titolo “Quale invaso per la Val d’Enza?”, ha visto i relatori confrontarsi sull’analisi dei bisogni del territorio e sulle soluzioni da adottare. L’ingegner Andrea Colombo, dirigente dell’Autorità di Bacino distrettuale del fiume Po, ha presentato gli esiti di un recente studio che ha approfondito gli scenari progettuali in continuità con i lavori del tavolo tecnico che era stato istituito dalla Regione dopo le criticità verificatesi nel 2017. "L’Autorità di Bacino ha valutato l’attuale deficit idrico, individuato tra i 30 e 40 milioni di mc di acqua annui, sia rispetto agli scenari degli anni passati e soprattutto in vista dei cambiamenti climatici futuri – ha spiegato Colombo –. Sono stati individuati tutti i vari possibili scenari di intervento, dalle azioni che si possono attuare subito per il risparmio, al riutilizzo e razionalizzazione della risorsa idrica, fino a interventi più complessi, come la realizzazione di invasi e il potenziamento delle opere già esistenti, come Cerezzola di recente ...

© Riproduzione riservata

Stai leggendo un articolo Premium.

Sei già abbonato a Quotidiano Nazionale, Il Resto del Carlino, Il Giorno, La Nazione o Il Telegrafo?

Subito nel tuo abbonamento:

Tutti i contenuti Premium di Quotidiano Nazionale oltre a quelli de Il Giorno, il Resto del Carlino, La Nazione e Il TelegrafoNessuna pubblicità sugli articoli PremiumLa Newsletter settimanale del DirettoreAccesso riservato a eventi esclusivi
Scopri gli altri abbonamenti online e l'edizione digitale.Vai all'offerta

Iscriviti alla newsletter.

Il modo più facile per rimanere sempre aggiornati

Hai già un account?