L'uomo si era anche introdotto di nascosto in casa della donna
L'uomo si era anche introdotto di nascosto in casa della donna

Castelnovo Monti, 19 gennaio 2020 – Da settembre a Natale si è reso protagonista di pedinamenti, azioni vessatorie, appostamenti sotto casa, fino ad abusare sessualmente dell’ex fidanzata, impedendole perfino di uscire da una palestra se non avesse ripreso il rapporto sentimentale con lui. I carabinieri di Castelnovo Monti, che hanno indagato sui fatti, hanno denunciato un operaio di 36 anni per atti persecutori, violenza sessuale, violazione di domicilio aggravata, sequestro di persona e lesioni personali.

E la Procura della Repubblica ha ottenuto dal giudice l'applicazione della misura cautelare del divieto di avvicinamento nei confronti della donna, una 35enne reggiana, prescrivendogli di non avvicinarsi a meno di 500 metri da tutti i luoghi frequentati dalla stessa con il divieto di comunicare con qualsiasi mezzo con la donna. Pesanti come un macigno le accuse contestate all’uomo, accusato di reiterate condotte violente nei confronti della donna. In un caso, passando da una finestra aperta, si era introdotta in casa chiudendo in bagno l’ex compagna, gettata a terra con forza, tanto da provocarle lesioni guaribili in una settimana.