Quotidiano Nazionale logo
Quotidiano Nazionale logo
il Resto del Carlino logo
12 gen 2022

Tamponi fine quarantena, stop alla Regione Ausl e Farmacie: "Si parte tra pochi giorni"

Respinto l’invito a iniziare da lunedì scorso. Delfini (Federfarma): "Era troppo presto, serve un metodo per gestire le richieste". Capelli (Fcr): "Avremo un’agenda separata per prenotare chi ha bisogno di fare il controllo e chi deve fare l’esame di routine"

12 gen 2022

La soluzione pare vicina, con Ausl, Federfarma e Fcr che hanno deciso di fare fronte comune. In settimana proporranno una nuova organizzazione per affrontare la crescente richiesta di tamponi di fine quarantena. Lo strumento necessario è un sistema informatico in grado di gestire le prenotazioni, distinguendo tra le diverse necessità di chi deve fare un tampone in maniera veloce ed efficace, in modo da evitare sovrapposizioni. Per Ausl e Farmacie è evidente la necessità di avere un rapporto sinergico per affrontare la gestione dell’emergenza Covid. Di fronte alla proposta lanciata dalla Regione, che invitava tutte le farmacie sul territorio a raccogliere le prime prenotazioni di tampone di fine quarantena già da lunedì, associazioni provinciali come Federfarma e Fcr si sono rifiutate, rimandando la possibilità di prenotarsi di qualche giorno. "Stiamo cercando di temporeggiare, lunedì era sicuramente troppo presto. Noi farmacie abbiamo bisogno di rallentare e aspettare per trovare insieme all’Ausl un metodo di gestione informatica per tutte le prenotazioni dei tamponi di fine quarantena. Quindi il mio invito resta sempre quello di non affollare le farmacie per chiedere il tampone, ma di avere un po’ di pazienza" spiega Giuseppe Delfini, presidente di Federfarma Reggio. "L’idea – aggiunge Andrea Capelli, presidente del consiglio d’amministrazione Fcr – che si ufficializzerà nei prossimi giorni è quella di creare un protocollo che possa organizzare in maniera definitiva ed efficace tutte le prenotazioni che abbiamo, basandosi sul rapporto di collaborazione tra Ausl e farmacie". Il sistema proposto dovrà gestire tutte le prenotazioni nel minor tempo possibile, nonostante il grande numero di richieste. Capelli sottolinea che, ormai, il lavoro delle singole farmacie "non va più inteso come un’alternativa, ma anzi come una risorsa integrata al sistema sanitario". Una situazione che è diventata evidente in questo periodo, nel quale proprio le farmacie si sono trovate a svolgere un ...

© Riproduzione riservata

Stai leggendo un articolo Premium.

Sei già abbonato a Quotidiano Nazionale, Il Resto del Carlino, Il Giorno, La Nazione o Il Telegrafo?

Subito nel tuo abbonamento:

Tutti i contenuti Premium di Quotidiano Nazionale oltre a quelli de Il Giorno, il Resto del Carlino, La Nazione e Il TelegrafoNessuna pubblicità sugli articoli PremiumLa Newsletter settimanale del DirettoreAccesso riservato a eventi esclusivi
Scopri gli altri abbonamenti online e l'edizione digitale.Vai all'offerta

Iscriviti alla newsletter.

Il modo più facile per rimanere sempre aggiornati

Hai già un account?