Controlli della polizia
Controlli della polizia

Reggio Emilia, 20 aprile 2019 - Dopo le griglie antifurbetti, installate sui contatori per non permettere allacci abusivi alla corrente, in via Paradisi al civico 12, 14 e 16, le amministratrici Chiara Guareschi e Sonia Antompaoli sono pronte ad agire in maniera ancora più decisa per tutelare i condomini. Arriva, infatti, la videosorveglianza nei locali delle cantine dei palazzi, finite al centro della cronaca per occupazioni abusive e bivacchi, ma anche ai civici.

«L’idea dell’installazione della videosorveglianza nelle cantina, così come negli edifici nasce dalla volontà di aumentare ancora di più il controllo sui condomini – spiegano le amministratrici –. Le griglie che abbiamo pensato io e la collega Antompaoli, per evitare manomissioni ai contatori, sono state soltanto un primo step. La videosorveglianza, quindi, è una scelta fatta soprattutto per tutelare i condomini e avere un occhio vigili sugli accessi e sulle uscite del condominio, ma anche per verificare che non vengano commessi reati o allacci abusivi».

Guareschi e Antompaoli, che gestiscono i tre palazzi dal maggio 2018, sottolineano anche lo sforzo fatto in questi mesi per tentare di riportare la situazione degli edifici alla normalità. «Non è neanche un anno che stiamo amministrando gli stabili, ma tante attività le abbiamo già espletate – spiegano le amministratrici –. Abbiamo sgomberato le cantine e le abbiamo ripulite.. Negli appartamenti sono stati fatti degli interventi, e sono state allontanate alcune persone che non dovevano essere lì. Inoltre, abbiamo acquisito il condominio con tantissimi debiti e adesso stiamo poco alla volta risanando le varie posizioni». Un aiuto fondamentale per tutti questi interventi è arrivato anche dalle forze dell’ordine. «Stiamo lavorando tanto per quei tre stabili, soprattutto con la polizia, ma anche la municipale, che ringraziamo perché dal nostro esposto di giugno, in cui spiegavamo in che situazioni versava la strada, non ci hanno mai abbandonato, aiutandoci tantissimo – concludono Guareschi e Antompaoli –. Ora abbiamo l’idea di installare anche delle piccole griglie su tutti i piani, per proteggere le cassette di derivazione, per non consentire più l’allaccio delle utenze abusive ai piani».