Il monte Cusna innevato
Il monte Cusna innevato
Reggio Emilia, 14 maggio 2019 - L'ondata di maltempo che sta sconvolgendo la nostra regione e le previsioni che per i prossimi giorni (il weekend soprattutto) non promettono nulla di buono, ha spinto il Comune di Reggio a prorogare dal 15 al 20 maggio l’ampliamento del periodo di attivazione degli impianti termici, per la durata massima di 6 ore giornaliere, con eccezione degli uffici pubblici.
La proroga dell’accensione del riscaldamento è stata appunto disposta in considerazione delle previsioni meteo per i prossimi giorni che, nonostante la primavera avanzata, indicano basse temperature, assolutamente inusuali per il periodo, specialmente nelle ore notturne. “Tale situazione – si legge in una nota diramata oggi dal Comune - può comportare disagio in particolare per le categorie più fragili, come bambini, anziani e ammalati”.
Intanto - come emerge dalla webcam di Reggio Emilia Meteo - fra il 4 e il 14 maggio, le intense nevicate cadute in quota e gli intensi venti dai quadranti settentrionali, con raffiche che durante le perturbazioni superavano i 100-120 chilometri all'ora, “hanno profondamente modificato il profilo del crinale nei pressi del Monte Cusna, inquadrato dalla webcam di ReggioEmiliaMeteo, posta a 2060 metri. E' piuttosto frequente che i massimi accumuli nevo si in quota si registrino in primavera, ma quelli di quest'anno sono davvero significativi, se confrontati con la cronica penuria di neve registrata nei mesi più freddi”.