di Ylenia Rocco Ma chi è stato? Appalto o subappalto. Quando accadono spiacevoli imprevisti, come quello di Scandiano, contattare e individuare la ditta esecutrice del lavoro diventa a volte complicato. Nello specifico, Il processo di cablaggio della fibra ottica per la banda ultra larga ha preso avvio con la firma di un’autorizzazione ai lavori da parte del Comune interessato, con tale firma pertanto il sindaco Matteo Nasciuti ha autorizzato Telecom ad effettuare i lavori. Ma lo scavo per la posa...

di Ylenia Rocco

Ma chi è stato? Appalto o subappalto. Quando accadono spiacevoli imprevisti, come quello di Scandiano, contattare e individuare la ditta esecutrice del lavoro diventa a volte complicato. Nello specifico, Il processo di cablaggio della fibra ottica per la banda ultra larga ha preso avvio con la firma di un’autorizzazione ai lavori da parte del Comune interessato, con tale firma pertanto il sindaco Matteo Nasciuti ha autorizzato Telecom ad effettuare i lavori. Ma lo scavo per la posa della fibra (foto) è stato eseguito da una terza ditta, subappaltata dalla Sielte (Società Impianti Elettrici e Telefonici) quest’ultima, a sua volta, appaltata da Telecom. "A breve arriveranno i verbali di Ireti e dei Vigili del fuoco per iniziare a costruire la relazione da esporre a Telecom per la richiesta dei risarcimenti a seguito dei danni arrecati" ha dichiarato il sindaco. La Telecom, oramai Tim, ha spiegato che sono venuti a conoscenza dell’incidente avvenuto nei giorni scorsi a Scandiano ma che dall’altra parte non hanno colpe nella narrazione della dinamica: "il progetto non è gestito da noi ma da un’impresa a cui abbiamo appaltato il lavoro, nella fattispecie la Sielte , che dispone di una propria assicurazione e che comunque si è avvalsa di un’altra ditta per l’installazione della fibra". Comunicare con la ditta esecutrice dei lavori e del danno risulta impossibile; la Tim invece ha richiesto una relazione tecnica alla Sielte per capire quali problemi si siano riscontrati durante questo cantiere: "Nell’esecuzione di tali lavori questi sono incidenti che capitano-chiarisce la Tim-. A volte ci possono essere cartografie che non sono precise e aggiornate, altre volte dipende dall’errore umano". Di problemi però via Palazzina nell’ultima settimana ne ha subiti diversi: dall’acqua, alla rete telefonica, per non farsi mancare il gas. Ma anche qui la questione è delicata. Da alcune rilevazioni parrebbe che la rete idrica sia stata ‘pizzicata’ dalla stessa ditta che ha poi perforato le tubature del gas e che invece la rete telefonica sarebbe stata danneggiata dall’azienda incaricata dal comune a ripristinare la rete idrica. Insomma, un groviglio di situazioni sovrapposte tra loro. Seppure non si sappia ancora nulla sulla terza azienda(quella subappaltata dalla Sielte), in generale un’azienda seria ha dei contratti di assicurazione che coprono danni del genere. Al momento, però, sarà la Sielte a dover dare spiegazioni a Tim. Provvedimenti non ve ne saranno, finché non sarà presentata la relazione tecnica.