Quotidiano Nazionale logo
21 apr 2022

Un premio al benessere delle mucche

Il risconoscimento del Consorzio del Parmigiano Reggiano alle aziende più attente alle salute dei loro animali

La bontà del ’re dei formaggi’ arriva anche dal benessere delle vacche che vengono impiegate in tutta la filiera. Questo è il filo conduttore di un bando, promosso dal Consorzio del Parmigiano Reggiano l’anno scorso, e finanziato da quest’ultimo per un totale di 8,7 milioni.

Lo scopo? Riconoscere e premiare le aziende che hanno riservato una particolare attenzione al benessere degli animali. Dopo un primo censimento delle azienda impegnate nella produzione di Parmigiano, il progetto hanno aderito, su base volontaria, 1.417 stalle (il 58% degli allevamenti che rappresentano il 72,5% del latte lavorato per produrre la Dop) e 200 caseifici su un totale di 305 presenti tra Parma, Reggio Emilia, Modena, Mantova e Bologna.

Il trattamento dei bovini è stato valutato da esperti scientifici esterni: otto veterinari formati appositamente al Centro di referenza nazionale per il benessere animale (Crenba). Dai risultati dello studio emerge che su una scala da 1 a 100, dove 60 è la sufficienza, gli allevamenti del Parmigiano Reggiano hanno ottenuto un punteggio del benessere zootecnico pari a 74,02 contro un 67,2 del 2018; in crescita dunque di 6,4 punti.

Il Consorzio ha deciso di rinnovare il bando anche quest’anno e l’anno prossimo, per una spesa che nel triennio toccherà i 15 milioni.

"Dopo aver stabilito un brand manifesto che fosse una presa di responsabilità nei confronti dell’ambiente e dei cittadini consumatori, vogliamo permettere agli allevatori di raggiungere il livello di benessere animale ritenuto necessario dal Consorzio stesso" dice il presidente, Nicola Bertinelli. "Continuiano a impegnarci – aggiunge – affinché tutta la filiera produttiva possa essere sostenibile".

L’assessore regionale all’agricoltura dell’Emilia-Romagna, Alessio Mammi, ricorda che "anche la nostra Regione è orientata a promuovere metodi produttivi meno impattanti, garantendo al tempo stesso il mantenimento di un livello di qualità eccellente dei prodotti".

© Riproduzione riservata

Iscriviti alla newsletter.

Il modo più facile per rimanere sempre aggiornati

Hai già un account?