"Un ragazzo meraviglioso". Podista e artista di presepi. Albinea stretta nel dolore

Molto conosciuto in paese, Iori lavorava da vent’anni al Conad Primavera. Il titolare: "Non arrivava e ho provato a chiamarlo, poi abbiamo saputo...".

"Un ragazzo meraviglioso". Podista e artista di presepi. Albinea stretta nel dolore

"Un ragazzo meraviglioso". Podista e artista di presepi. Albinea stretta nel dolore

"Definire una persona ’meravigliosa’, spesso, suona come una frase fatta. Ma nel caso di Manu è vero, è l’unico modo in cui in questo momento riesco a descriverlo". Il paese di Albinea è costernato di fronte alla perdita improvvisa di Emanuele Iori, 42 anni, morto sul colpo nell’incidente verificatosi ieri mattina preso, in via Tassoni (zona Canali). Stava guidando il suo scooterone, lungo quella strada fatta migliaia di volte, giorno dopo giorno, per raggiunge il Conad Primavera di via Pariati. "Lavorava qui da vent’anni – riferisce Paolo Davoli, il titolare del punto vendita, la voce che si interrompe più volte per il pianto –. Un ragazzo dalla massima serietà, che ha sempre rispettato le regole e non a caso è diventato nel tempo il responsabile del reparto macelleria". Iori "ormai era autonomo nei suoi orari di lavoro – continua Davoli – quindi in un primo momento non ci ho pensato. Verso le 10 invece ho iniziato a preoccuparmi, non vedendolo arrivare. Gli ho scritto, l’ho chiamato, ma nulla. Poi ho saputo".

Emanuele Iori lascia la moglie e i due figli, di 18 e 10 anni. La più piccola era ancora a scuola quando l’agente della Municipale di Albinea è andata a informare la famiglia di quello che era successo. A casa è arrivato anche il medico di famiglia, il 118 e il parroco. "Come famiglia erano molto legati alla parrocchia – riferisce l’amministrazione di Albinea –. Emanuele era un podista appassionato e nel tempo libero costruiva e decorava presepi". Porta il suo nome anche un appuntamento annuale, la Straiori Run: "Era più un ritrovo tra amici – dicono dal Comune – ma lui era così: chi vuole partecipa, chi non vuole no. Aperto e pronto a voler bene a tutti, ma ogni anno ci teneva a organizzare questa corsa della domenica con a seguire pranzo tutti insieme. Lui correva, correva sempre. E costruiva presepi, nel tempo libero. Non ha mai organizzato mostre né nulla, ma coltivava da tempo questa sua passione artistica".

L’amministrazione di Albinea, a nome di tutta la comunità, esprime cordoglio per la sua scomparsa e vicinanza alla famiglia: "In un primo momento, qui in Municipio, abbiamo sperato che si fossero sbagliati, che si trattase di qualcun altro. E invece era proprio lui – concludono –. Ancora non riusciamo a renderci conto, a capacitarci fino in fondo di ciò che è successo".

g.ben.