Vicenda alluvione, dalla Romagna a Reggio, "ridicolo" segnalare come danno il portone dei Vigili del Fuoco

La Regione segnala come danno da alluvione la sostituzione di un portone dei Vigili del Fuoco a Guastalla. La deputata Pd Ilenia Malavasi e la ex consigliera Roberta Mori, pur vedendo danni nel loro collegio elettorale, non si sono fermati. Governo vigili sulla vicenda, che si è spostata da Romagna a Reggio.

Dalla lettura dei dati inviati dalla Regione sui danni nella nostra provincia sono rimasto sconcertato, decine di milioni di danni, molti dei quali nei comuni di Reggio e di Guastalla. Danni da caduta rami, infiltrazioni dai tetti per spostamento tegole e «peggioramenti» di frane già in essere, sono passati dall’essere comuni danni da omessa manutenzione ad essere danni da alluvione in Romagna, se le stime inviate da Bonaccini fossero veri gli incassi del concertone per la Romagna dovrebbero rimanere tutti in Emilia, a Reggio Emilia e non basterebbero neppure lontanamente.

A Guastalla addirittura la sostituzione dei montanti del portone dei Vigili del Fuoco è stato segnalato dalla Regione come danno da alluvione, siamo al ridicolo! Persino la deputata Pd Ilenia Malavasi e la ex consigliera regionali Roberta Mori, che si sono immortalate con gli stivali nel fango in Romagna se avessero visto danni nel loro collegio elettorale sarebbero rimaste nel reggiano, ma evidentemente anche gli esponenti Pd sapevano che l’alluvione era a centinaia di chilometri da Reggio. Vedere poi che sono indicati danni a Masone 80mila (dove abita il sindaco Vecchi) e nelle adiacenti frazioni di Sabbione 180mila, Marmirolo 70mila, Corticella 30mila, Castellazzo 40mila, mi lascia veramente l’amaro in bocca, il Governo e non solo, dovrà vigilare su questa vicenda che dalla Romagna si è spostata su Reggio.

Gianluca Vinci, deputato FdI