Quotidiano Nazionale logo
Quotidiano Nazionale logo
il Resto del Carlino logo
27 mar 2022

Stupro a Reggio Emilia durante una festa, indagato un quarantenne

Il racconto della ragazza ventenne: mi ha portata in bagno e violentata. La vicenda risale alla fine di settembre del 2021

27 mar 2022
Un altro caso di violenza sessuale
Un altro caso di violenza sessuale
Un altro caso di violenza sessuale
Un altro caso di violenza sessuale

Reggio Emilia, 27 marzo 2022 - Un altro caso di presunta violenza sessuale che affiora dal palazzo di giustizia di via Paterlini. Vittima una ragazza di circa vent’anni. A finire sotto indagine, è invece un uomo sulla quarantina.

I fatti. Secondo una sommaria ricostruzione dei fatti, la vicenda si colloca temporalmente alla fine di settembre del 2021. Quando, nella zona di via Roma, in pieno centro a Reggio, una ventina di ragazzi, sui vent’anni, organizzano una festa in casa. Durante l’evento, nell’incedere tra un ballo e un bicchiere, sarebbe comparso anche un quarantenne assieme ai suoi amici.

Leggi anche: Stupro Modena, "Noi violentate in auto, eravamo ubriache"

Qui, per ragioni che sono al vaglio dei carabinieri coordinati dal sostituto procuratore della Repubblica, Valentina Salvi, il quarantenne avrebbe afferrato per un braccio la ventenne e l’avrebbe - forzosamente - accompagnata in bagno. Avrebbe chiuso la porta a chiave, l’avrebbe costretta ad appoggiarsi al lavandino sottoponendola ad un rapporto sessuale contro la sua volontà.

La ragazza, sofferente e, comprensibilmente, sotto choc, il giorno dopo è andata al Pronto Soccorso, e, all’esito della visita cui è stata sottoposta, ha sporto denuncia alle forze dell’ordine.
I carabinieri avrebbero sentito tutti i partecipanti alla festa come persone informate sui fatti, ma tutti avrebbero ammesso di non essersi accorti di nulla. E’ stato sentito anche il quarantenne, a piede libero, il quale avrebbe sostenuto che il rapporto sia stato consenziente. Agli atti ci sarebbero anche un paio di foto della festa scattate e postate sui social. La Procura sta procedendo per violenza sessuale.

L’incidente probatorio. Venerdì, si è tenuto l’incidente probatorio della ragazza. Davanti al Gip Luca Ramponi, la vittima della presunta violenza, ha raccontato la sua versione dei fatti che è stata cristallizzata, facendo, così, piena prova in un possibile dibattimento. Gli atti sono poi tornati alla Procura. La ragazza è difesa dall’avvocato Federica Riccò del foro di Reggio, che in questo particolare fase preferisce astenersi dal fare dichiarazioni. L’indagato è assistito dall’avvocato Vainer Burani che si limita ad affermare che: "E’ presto. Siamo ancora in una fase preliminare dell’indagine".

© Riproduzione riservata

Iscriviti alla newsletter.

Il modo più facile per rimanere sempre aggiornati

Hai già un account?