Quotidiano Nazionale logo
Quotidiano Nazionale logo
il Resto del Carlino logo
17 giu 2022

"Virtus Lab, altri 34 ragazzi dal Sud Italia"

Unindustria, Storchi traccia il bilancio del suo mandato. E su Silk Faw usa il condizionale. Ma l’export sale e le ex Reggiane sono un successo

17 giu 2022
daniele petrone
Cronaca
Il presidente di Unindustria Fabio Storchi passerà il testimone alla prima donna presidente della storia
Il presidente di Unindustria Fabio Storchi passerà il testimone alla prima donna presidente della storia
Il presidente di Unindustria Fabio Storchi passerà il testimone alla prima donna presidente della storia
Il presidente di Unindustria Fabio Storchi passerà il testimone alla prima donna presidente della storia
Il presidente di Unindustria Fabio Storchi passerà il testimone alla prima donna presidente della storia
Il presidente di Unindustria Fabio Storchi passerà il testimone alla prima donna presidente della storia

di Daniele Petrone "Con Silk-Faw, la città di Reggio sarebbe entrata nel distretto della Motorvalley…". Il presidente uscente di Unindustria, Fabio Storchi usa per la prima volta il condizionale sull’insediamento della joint venture sino-americana delle supercar elettriche a Gavassa, ma che ancora non è andata a rogito a un anno dall’annuncio. E non nasconde i timori sulla riuscita dell’operazione. "Sicuramente abbiamo preoccupazioni per il protrarsi dei tempi – ha detto ieri nell’intervista di fine mandato – Ma resto fiducioso che alla fine si realizzerà. Il quadro si è complicato molto, anche per effetto della crisi geopolitica dovuta al conflitto Russia-Ucraina. Restiamo però convinti che questo investimento può portare competenze e internazionalizzazione al territorio". Presidente, ha citato il conflitto russo-ucraino. Gli effetti sul caro energia sono devastanti. Cosa chiedete? "Come Confindustria chiediamo al Governo un ‘price-cap’ (un tetto, ndr) al costo dell’energia per tenere sotto controllo il tasso d’inflazione altrimenti i costi per le aziende potrebbero diventare insostenibili. Ma occorre pure ridurre il cuneo fiscale affinché si consenta agli operai di guadagnare di più senza incidere sul costo del lavoro per le aziende. Queste sono le priorità di oggi". Che tessuto imprenditoriale reggiano lascia dopo questo quadriennio inedito per la pandemia e per la guerra? "Un sistema reggiano solido e in ripresa. Lo dimostra il bilancio dell’export col +23% nel primo trimestre 2022 rispetto a quello del 2021. Siamo forti sul mercato globale e la pandemia ci ha insegnato a ingegnarci, a cambiare pelle. Certo non ci sono solo raggi di luce, ma nubi all’orizzonte se non si risolve il caro energia". La transizione digitale è il macrotema di quest’anno. "Era tra i punti fondamentali del mio ‘libro bianco’, documento programmatico di inizio mandato. Stiamo imboccando un mondo nuovo. Serviranno pazienza e apertura mentale. Nel nostro piccolo siamo riusciti a porre le ...

© Riproduzione riservata

Stai leggendo un articolo Premium.

Sei già abbonato a Quotidiano Nazionale, Il Resto del Carlino, Il Giorno, La Nazione o Il Telegrafo?

Subito nel tuo abbonamento:

Tutti i contenuti Premium di Quotidiano Nazionale oltre a quelli de Il Giorno, il Resto del Carlino, La Nazione e Il TelegrafoNessuna pubblicità sugli articoli PremiumLa Newsletter settimanale del DirettoreAccesso riservato a eventi esclusivi
Scopri gli altri abbonamenti online e l'edizione digitale.Vai all'offerta

Iscriviti alla newsletter.

Il modo più facile per rimanere sempre aggiornati

Hai già un account?