XXII Festival di Resistenza, 7 luglio al 25 luglio, spettacoli, premio e degustazioni

XXII Festival di Resistenza: spettacoli incentrati sulla resistenza e la resilienza, da Rap a musica folk, danza, passeggiate immersive e pastasciutta antifascista. Dal 7 al 25 luglio a Reggio Emilia.

XXII Festival di Resistenza, 7 luglio al 25 luglio, spettacoli, premio e degustazioni

XXII Festival di Resistenza, 7 luglio al 25 luglio, spettacoli, premio e degustazioni

Si apre il XXII Festival di Resistenza e il premio Museo Cervi-teatro per la memoria. Comincerà a partire dal 7 luglio, in occasione dell’anniversario dei martiri del ‘60 di Reggio, a casa Cervi e terminerà martedì 25 celebrando gli 80 anni della caduta del fascismo.

La manifestazione nazionale, promossa da Istituto Cervi e Boorea, si connota per l’alta qualità dei sette spettacoli proposti incentrati sulla resistenza e la resilienza in ogni dove. Si spazierà tra vari linguaggi: dal Rap, alla musica folk di Nando Brusco, alla danza del femminile violato con Monica Casadei e Artemis Danza, alle passeggiate immersive. Si andrà alla riscoperta di Otello Sarzi, si viaggerà nella memoria con il gruppo di giovani della Rosa Bianca e si affronterà la terribile sopportazione della malattia con la collaborazione del policlinico sant’Orsola di Bologna.

"Il Festival di Resistenza coinvolge ed emoziona anche quest’anno. Si avvicina al sentimento della resistenza come scelta personale e collettiva – dice Albertina Soliani, presidente istituto Cervi – Nell’aia della casa dei Cervi attraversiamo la vicenda umana e il tempo presente: lo facciamo insieme ed è questa la forza che unisce e protegge. È uno stimolo per il teatro e per la cultura italiana, con voci che vengono anche da lontano, ricordo i migranti e i giovani".

La serata d’apertura alle 20 alla sala Genoeffa Cocconi Cervi con la mostra ’7 fotografi per Otello Sarzi’ e a seguire, alle 21, l’inaugurazione ufficiale del festival. Tra gli appuntamenti da non perdere troviamo: l’11 ’Cartocci Sonori: Rap’ di Pouria Jashn Tirgan, il 13 luglio ’Talliente: La Rosa Bianca’ di Aria Teatro e Treno della Memoria e il 23, in doppia replica, Gemma Hansson Carbone conduce lo spettacolo-passeggiata itinerante ’Muoio come un paese’, una produzione Naprawski.

Dopo ogni spettacolo sarà possibile ascoltare l’intervista agli autori condotta da esperti e critici di teatro. Inoltre, verranno offerte degustazioni con prodotti tipici di aziende agricole locali. A conclusione dell’evento, il 25 luglio, si mangerà la storica pastasciutta antifascista e alle 21,30 gli spettacoli ci sarà la cerimonia di premiazione degli spettacoli. In caso di maltempo il festival non si fermerà: si sposterà al Circolo Fuori Orario di Taneto di Gattatico.

Per maggiori informazioni sul programma contattare: info@istitutocervi.it

Mariagiuseppina Bo