Un albero caduto in via Martiri di Minozzo (foto Andrea Fiori)
Un albero caduto in via Martiri di Minozzo (foto Andrea Fiori)

Reggio Emilia, 3 luglio 2018 - Un violento acquazzone, nubi basse e scure, un vento sferzante e grandine. Reggio è stata sorpresa stasera verso le 20.30 da un nubifragio, che ha costretto i vigili del fuoco a uscire in diversi punti della città e della provincia per allagamenti nelle case e per rimuovere piante e rami caduti. L’ondata di maltempo che ha investito il Nord Italia – Moena ieri è finita sott’acqua – ha travolto anche la nostra provincia, dove si sono registrati numerosi danni.

MALTEMPO_32214420_104023

A Reggio, in zona Buco del Signore, un grande albero di noce non ha retto al fortunale e si è abbattuto nel cortile di una casa, per fortuna senza fare vittime. Un altro albero è caduto nello stesso quartiere, vicino al centro sociale Buco magico, in via Martiri di Minozzo.

Stessi problemi anche a Correggio e a Scandiano, paese in cui la forza del vento ha scoperchiato una palestra, con le lamiere volate a terra. Tutto allagato anche nel quartiere Cappuccini di fronte alle scuole e in via Libera nel sottopasso.

Anche a Rubiera, in via Aristotele, è caduto un albero sulla strada. A Castellarano era in corso la manifestazione ‘White latin’, con negozi aperti, iniziative e stand in centro: il sindaco Giorgio Zanni ha postato un video in cui lui e altri volontari si aggrappavano alle coperture per evitare che volassero via. Il primo cittadino di Casalgrande ha raccontato su facebook di essersi trovato il cortile di casa allagato.

Disagi anche a Novellara, dov’è stato registrato un black out e sono caduti alberi. Il sito Meteo da Correggio segnalava che a Novellara il vento ha superato gli 80-90 chilometri orari e che è caduta grandine tra il paese della Bassa e Campagnola.

Un albero caduto in via Martiri di Minozzo (foto Andrea Fiori)