Di Maio a Cavriago: comizio in una stalla
Di Maio a Cavriago: comizio in una stalla

Reggio Emilia, 27 gennaio 2018 – Due giorni in Emilia Romagna per Luigi Di Maio, candidato premier del Movimento 5 stelle. Dopo l’incontro con i cittadini a Parma, oggi, in occasione della giornata della Memoria, continuando il tour regionale ha fatto tappa a Reggio. Il leader pentastellato ha anche deposto una corona di fiori sotto la lapide della sinagoga, in centro, che ricorda gli ebrei reggiani deportati e uccisi nei campi tedeschi di sterminio.

Arrivato in tarda mattinata a Cavriago ha raggiunto all’azienda agricola Grano d’oro associata alla Coldiretti. Nel corso dell’incontro tenutosi in una stalla con le mucche, il candidato premier ha incontrato alcuni agricoltori in rappresentanza di circa un centinaio di piccole imprese e di cooperative della Food Valley reggiana.

A Bologna l'abbracio alle coop: "Realtà importantissima"

“Pubblicheremo insieme alle liste definitive anche i dati delle parlamentarie – ha sottolineato a margine dell’iniziativa riferendosi alle ultime manovre nei partiti per la scelta dei candidati al Parlamento, le cui liste dovranno essere presentate entro il 28 gennaio. -. Una cosa fondamentale è che nelle nostre liste si candidano persone residenti nel luogo in cui si presentano. Non avremo casi come la Boschi a Bolzano o Padoan a Siena e chissà quanti altri paracadutati in giro per l'Italia". I candidati nell'uninominale "li presenterò lunedì a Roma, conoscerete tutta la squadra, ci saranno tante sorprese e tante persone che vengono dal mondo dei professionisti, dell'università e della ricerca".

Beppe Grillo - ha proseguito - è il garante del Movimento e ha ancora un ruolo fondamentale. Non può esistere il Movimento senza Beppe Grillo e faremo insieme campagna elettorale anche nelle prossime settimane e nei prossimi mesi. Con lui ci sentiamo continuamente, stiamo affrontando insieme anche la gestione e la presentazione delle liste, degli uninominali e della squadra di governo. Continuiamo a lavorare come abbiamo sempre fatto e Beppe Grillo continua ad avere un suo lavoro come ha sempre fatto e che lo ha sempre distinto da tutti gli altri che si mettevano a capo delle forze politiche e si facevano eleggere in Parlamento".

Poi Di Maio ha rivolto un pensiero alle vittime dell’olocausto: “Il giorno della Memoria è un modo per non dimenticare, l'antisemitismo va combattuto con tutte le nostre forze".