Il sindaco Luca vecchi
Il sindaco Luca vecchi

Reggio Emilia, 10 luglio 2019 - "Negli anni che ci aspettano, vogliamo costruire insieme alla citta' un nuovo piano strategico, che abbia una visione e un respiro decennale e nell'ambito del quale realizzare le azioni di mandato. Il piano strategico dovra' essere esito di un percorso da fare insieme, coinvolgendo forze politiche, corpi intermedi, organizzazioni sindacali e associazioni economiche".

Lo annuncia il sindaco di Reggio Emilia Luca Vecchi, illustrando in consiglio comunale le linee del nuovo mandato dopo la vittoria elettorale al ballottaggio. Ecco quindi le priorita' 'strategiche' di Vecchi: "Il completamento del progetto Ducato Estense, con la riqualificazione della reggia e del parco di Rivalta, insieme con il completamento della tangenziale nord e del resto della rete infrastrutturale, non credo siano elementi di ordinaria amministrazione. Sono progetti, gia' in fase di concretizzazione, che incideranno non meno di altri sul futuro della nostra citta'".

Auspicando "larga condivisione e consenso" sulle iniziative in questione, in particolare quando sara' ora di votarle, il sindaco Pd torna poi sul capitolo elettorale cosi': "I cittadini hanno espresso un voto molto netto, che ha premiato la nostra capacita' di aprirci ai diversi temi sociali, di uscire dai nostri ambienti di provenienza politica e incontrare la citta'". E se dunque anche con le elezioni si e' consolidato "un progetto politico-elettorale", al contempo "si e' definita una visione di citta', affiancata da un approccio civico e partecipativo".

Tra i "punti fermi" di "anni molto difficili" anche per Reggio, il sindaco cita "il sistema economico" con "una nuova spinta rigenerativa di lavoro", i "servizi pubblici", una "comunita' viva e vivace: emerge ora- sprona Vecchi. l'esigenza di ripensare il modo di essere di questa citta', partendo da questi punti fermi e guardando avanti".