Quotidiano Nazionale logo
9 apr 2022

"Ci crediamo ancora: Io dimostreremo sul campo"

Mister Aimo Diana, che partita sarà quella di Fermo?

"Dobbiamo vincere, non abbiamo altro risultato. Non voglio che qualcuno pensi che siamo rassegnati ai playoff: vogliamo raggiungere tanti traguardi e tra questi c’è ovviamente la vittoria con i marchigiani. Non è vero che la Fermana ha bisogno di punti e noi no: sbagliato".

Quali obiettivi intende?

"Per esempio gli attaccanti si giocano la classifica marcatori e vogliono segnare il più possibile, mentre i difensori vogliono tornare a blindare la porta. Possiamo sforare il tetto degli 80 punti. In allenamento ho visto un’intensità clamorosa".

Tre gare alla fine, Modena a +4.

"Il campionato virtualmente è chiuso, ma realmente no, quindi non vedrete una Reggiana ’leggera’. Tutt’altro".

Tornando al testa a testa, cosa è mancato per essere primi?

"Io credo che alla fine vince chi lo merita. Al di là di errori tecnici o dell’arbitro, dobbiamo anche prenderci le responsabilità e non incolpare sempre altri. Va detto che il Modena è stato più lesto di noi nel vincere le partite nei turni dove noi non abbiamo vinto. Al contrario noi, vedi Viterbo, non sempre siamo stati bravi ad approfittarne".

Che avversario è la Fermana? "Simile alla Viterbese, nel senso che deve salvarsi, è una squadra molto viva a livello atletico: sono sempre qui a dire le stesse cose… ma è la verità. L’unica cosa certa è che andiamo lì per vincere".

Novità in formazione?

"Non ci saranno Arrighini che è a riposo dopo l’operazione, gli squalificati Cigarini e Rozzio, e Rosafio che ha un piccolo risentimento. Stiamo valutando se riproporre il 4-3-3 delle ultime uscite, viste queste assenze".

Cosa ne pensa dell’introduzione del Var nei playoff di C? "Sono favorevole. Significa che c’è attenzione alla categoria, c’era una disuguaglianza tra A, B e C e questo è un primo passettino per portare la giusta attenzione sulla terza serie. Probabilmente hanno valutato che qualche lamentela, e dico in generale, fosse fondata".

E in caso di playoff?

"Saremmo tra le favorite. Vero che è un altro mini campionato, dove noi punteremo a fare sei partite, ma altre squadre avranno molte più gare di noi da fare, quindi potremo arrivare in una situazione migliore rispetto alle altre. Abbiamo già creato una bozza sull’eventuale programma pre-playoff, con amichevoli per tenerci sul pezzo perché fare solo allenamenti è noioso ...".

Giuseppe Marotta

© Riproduzione riservata

Iscriviti alla newsletter.

Il modo più facile per rimanere sempre aggiornati

Hai già un account?