Quotidiano Nazionale logo
1 apr 2022

"Ci rimetteranno le società"

I cronometristi replicano alla Curioni: "Il Comune non ci ha mai considerati"

"L’amministrazione non avrà colpa, come dice l’assessore allo sport Raffaella Curioni, ma non aveva nemmeno avvisato la Reggiana della nostra presenza nella palazzina di via Agosti... In ogni caso i primi a rimetterci saranno le società del territorio quando dovranno cercare attrezzature da fuori provincia per rilevare i tempi durante le gare a costi molto più elevati. Per noi è questo il dispiacere più grosso".

La risposta all’assessore di Rino Iotti, presidente della Cronometristi reggiani, promette di essere l’ultima, "perché ora noi finiamo di scrivere".

Ma l’amarezza dell’associazione ‘sfrattata’ dalla sede di via Agosti rimane tanta. A maggior ragione considerando le difficoltà delle società sportive a cui offrono servizio in modo volontario. "Il disagio maggiore cadrà su di loro – prosegue Iotti – anche se l’assessore Curioni evidentemente non lo sa. Che il Comune ‘non sia una agenzia immobiliare’, come dai lei ribadito, è ovvio e non occorre scriverlo. Ma il nostro contratto di affitto annuale col Csi non è stato più rinnovato: la Curia d’altronde ha ceduto l’area al Comune, che l’ha poi data fino al 2046 alla Reggiana per realizzare il nuovo centro sportivo. In tutto ciò non siamo stati considerati visto che la società granata non sapeva nemmeno della nostra esistenza. Ora speriamo solo di trovare una sistemazione per tornare ad aiutare le società organizzatrici che facevano affidamento su di noi".

© Riproduzione riservata

Iscriviti alla newsletter.

Il modo più facile per rimanere sempre aggiornati

Hai già un account?