Quotidiano Nazionale logo
12 mag 2022

Conad da leggenda, espugna Bergamo ed è finale

Battaglia nella semifinale playoff, giallorossi avanti due set, i lombardi riaprono la gara, poi al tie-break un immenso Held chiude con un ace

BERGAMO

2

CONAD TRICOLORE

3

AGNELLI TIPIESSE BERGAMO: Padura Diaz 26, Mancin, Ceccato ne, Abosinetti ne, D’Amico (L), Cargioli 9, Finoli 1, Baldi ne, Terpin 14, Pierotti 13, De Luca (L) ne, Larizza 7. All. Graziosi.

CONAD TRICOLORE REGGIO EMILIA: Zamagni 12, Catellani ne, Held 21, Sesto 8, Cagni ne, Scopelliti 1, Cominetti 16, Mian, Cantagalli 27, Garnica 1, Morgese (L), Suraci 1, Marretta (L). All. Mastrangelo.

Arbitri: Talento e Pristerà.

Note: parziali 21-25, 15-25, 25-21, 25-21, 17-19

Immensa Conad. Con una prova da leggenda, i giallorossi di coach Mastrangelo hanno piegato la corazzata Bergamo in una partita che non ha dato tregua. Un sontuoso Held e un immenso Cantagalli hanno martellato la difesa lombarda, coadiuvati da prove esaltanti di Cominetti e Zamagni. Ancora una volta il tie-break parla reggiano e il grande cuore, il grande carattere di questa squadra ha ribaltato il pronostico. Ma occorre sottolineare che la qualità tecnica raggiunta da questa formazione, cresciuta tra le mani di Mastrangelo, è ormai diventata una preziosa realtà.

La partenza vede Reggio martellare con un Cantagalli incontenibile. Bergamo non tiene il ritmo e perde contatto a poco a poco, poi è proprio Cantagalli con il suo turno di battuta, condito da un paio di ace, a scavare il solco che mette in cassaforte il primo parziale.

Sul fronte di Bergamo è soprattutto Pagura Diaz a dare spettacolo e incitare i compagni, ma Reggio è troppo ispirata. Il secondo set, tra l’incredulità del pubblico di casa, conferma la superiorità della Conad, mentre i locali non riescono a trovare le contromisure e chiudono mestamente con dieci punti di distacco.

Sotto di due set, Bergamo cerca di alzare l’asticella, mentre tra i reggiani arriva qualche errore. I lombardi mettono la testa avanti, ma Reggio è sempre attaccata, Held spinge i compagni a ricucire lo strappo e riporta i giallorossi a 20-19. Ma un paio di errori portano il set dalla parte dei bergamaschi.

La battaglia continua con un Paduro Diaz scatenato che trascina i compagni. Il quarto set arriva sul 18-18, ma quella che potrebbe essere l’occasione per chiudere la gara scivola a poco a poco dalle mani dei reggiani e Bergamo rimette la sfida in parità.

Ma la regina del tie-break si chiama Conad Volley Tricolore. Anche se la stanchezza si fa sentire, la sfida è ad altissima tensione. Si arriva sul 13 a 14, dopo alcuni punti decisi dal videocheck, ma Reggio no ncoglie il match point e poi si trova ad affrontarne tre di fila targati Bergamo. Ma il cuore giallorosso non trema. Held va a servire e Cominetti la mette a terra, riportando avanti Reggio. In un clima elettrico, Held va al servizio e corona la sua magistrale prestazione con un ace che lascia tramortiti gli avversari e fa esplodere la gioia di Mastrangelo e compagni. Reggio non ha limiti. Ora andrà in campo per giocarsi la promozione. Comunque vada, questa squadra resterà nella storia.

© Riproduzione riservata

Iscriviti alla newsletter.

Il modo più facile per rimanere sempre aggiornati

Hai già un account?