Quotidiano Nazionale logo
Quotidiano Nazionale logo
il Resto del Carlino logo
21 mag 2022

Conad, il paradiso è davvero a un passo

Stasera gara-3 a Cuneo: se la squadra di Mastrangelo vince è promossa in Superlega. Il coach fa il pompiere: "Ragazzi, è ancora lunga"

21 mag 2022
Chissà che stasera gara-3 non possa chiudersi con un’immagine simile...
Chissà che stasera gara-3 non possa chiudersi con un’immagine simile...
Chissà che stasera gara-3 non possa chiudersi con un’immagine simile...
Chissà che stasera gara-3 non possa chiudersi con un’immagine simile...
Chissà che stasera gara-3 non possa chiudersi con un’immagine simile...
Chissà che stasera gara-3 non possa chiudersi con un’immagine simile...

"L’errore più grande è pensare che questa serie sia diventata corta. E’ lunga, ragazzi, è lunga". Si sforza di ripeterlo a gran voce coach Vincenzo Mastrangelo, pensando a gara-3, in programma questa sera alle 20,30 a Cuneo tra BAM Acqua San Bernardo ferita e la sua Conad, che col successo di 48 ore fa è salita 2-0 nella finale playoff di Serie A2 e intravede all’orizzonte un traguardo inatteso chiamato Superlega. "Ho già vissuto questa situazione in passato, non illudiamoci. Abbiamo avuto poco tempo per riposare e per ricaricare le pile, ma neanche Cuneo avrà modo di farlo". Poi, finalmente, si sbottona un po’: "Sono contentissimo dei ragazzi, questi risultati sono un premio per l’intero gruppo squadra e per il lavoro che abbiamo svolto dall’inizio della preparazione ad oggi".

Zamagni e Cominetti. Di certo c’è che i giallorossi sono in fiducia e sembrano avere un qualcosa in più, che viene da dentro: "Sicuramente in gara-2 ci abbiamo messo più cuore di loro – spiega il centrale Matteo Zamagni, uno dei più esperti del gruppo – ma sappiamo anche che Cuneo, in casa, non vorrà chiudere in questo modo. Aspettiamoci un’avversaria ferita, che ci metterà tanta pressione: dobbiamo lasciarli sfogare, rispondendo colpo su colpo". Magari sfruttando un muro che giovedì sera è apparso insuperabile, respingendo ben 17 degli attacchi cuneesi.

Roberto Cominetti punta sull’aspetto mentale: "Sono sicuro che il pubblico piemontese sosterrà i loro beniamini come il PalaBursi ha fatto con noi. L’importante è rimanere lucidi".

Qui Cuneo. Tutt’altro umore si respira dall’altra parte del campo: Cuneo doveva vincere, anzi stravincere, una finale che sembrava scritta e invece è ad un passo dal baratro. Non è passato inosservato il nervosismo nelle fila piemontesi durante gara-2, in particolare di capitan Botto verso la panchina, a dimostrazione che la BAM sta sentendo parecchio la pressione: "Siamo tutti responsabili, io per primo" è il commento dell’esperto tecnico Roberto Serniotti. "Se presento una squadra così in una gara tanto importante come quella di giovedì devo farmi delle domande, forse ce le dobbiamo fare tutti e darci delle risposte in fretta. Se avevamo delle paure, ora dobbiamo togliercele e giocare come siamo capaci di fare". Se la Conad vince, conquista la promozione, viceversa si tornerà a Rubiera giovedì per gara-4; prevista la diretta sul canale Youtube di Volleyball World.

Damiano Reverberi

© Riproduzione riservata

Iscriviti alla newsletter.

Il modo più facile per rimanere sempre aggiornati

Hai già un account?