Quotidiano Nazionale logo

LENTIGIONE

2

FANFULLA

0

LENTIGIONE (4-3-1-2): Sorzi; Iodice, Zagnoni, Rossini, Casini; La Vigna (37’ s.t. Martino), Bouhali, Esposito (31’ s.t. Tarantino); Sanat (41’ s.t. Cuoghi); Formato (27’ s.t. Sala), Caprioni (45’ s.t. Canrossi). A disp. Galeazzi, Agyemang, Bonetti, Adusa. All. Serpini.

FANFULLA (4-3-1-2): Cizza; Baggi, Cottarelli, Agnelli, Bernardini; De Carli (23’ s.t. Pavesi), Laribi (31’ s.t. Austoni), Roma (45’ s.t. Mustafaraj); Balla (37’ s.t. Mouddou); Spaviero (45’ s.t. Magli), Greco. A disp. Vaccari, Bracelli, Vitanza, Altieri. All. Bonazzoli.

Arbitro: Gangi di Enna (Caldarola e Merlino di Asti).

Reti: s.t. 19’ Caprioni, 25’ Formato.

Note: spettatori 100 circa. Ammoniti: Cizza, Bouhali e Bonazzoli (allenatore Fanfulla). Angoli 5 a 6. Recuperi 0’ + 5’. Osservato un minuto di raccoglimento per la scomparsa di Elisa Frati, moglie di Romano Amadei e padre di Alfredo, presidente del Lentigione. Il Lentigione ha giocato con il lutto al braccio e ha dedicato la vittoria al suo presidente.

Nell’anticipo della 35ª giornata di Serie D, il Lentigione supera 2 a 0 il Fanfulla grazie ai gol, entrambi nella ripresa, di Caprioni e Formato.

I rivieraschi raggiungono il Ravenna al secondo posto, ovviamente con una partita in più.

© Riproduzione riservata

Iscriviti alla newsletter.

Il modo più facile per rimanere sempre aggiornati

Hai già un account?