Quotidiano Nazionale logo
23 apr 2022

La Conad a Castellana prova a chiudere i conti

Volley A2 - Gara due dei quarti, i giallorossi domani sul campo pugliese

Federico Marretta, classe 1990, schiacciatore della Conad, punta sul servizio come arma decisiva per i giallorossi
Federico Marretta, classe 1990, schiacciatore della Conad, punta sul servizio come arma decisiva per i giallorossi
Federico Marretta, classe 1990, schiacciatore della Conad, punta sul servizio come arma decisiva per i giallorossi

La Conad si prepara alla sfida in programma domani a Castellana Grotte, valida per gara due dei quarti di Serie A2. Con una vittoria, dopo il 3-2 del giorno di Pasqua nel match andato in scena al PalaBursi, i gialloneri vogliono chiudere i conti, centrando il secondo approdo consecutivo alle semifinali dei playoff. Da sconfiggere c’è il fattore campo, visto che nei tre precedenti stagionali ha sempre prevalso la squadra di casa (2 volte Reggio e una, per l’appunto, il sestetto pugliese), con il pubblico che si preannuncia decisamente caldo e pronto a sostenere i rivali nel tentativo di rimonta.

Lo schiacciatore siciliano Federico Marretta, al primo anno a Reggio, analizza aspettative e obiettivi delle due contendenti: "I playoff sono un campionato a parte, anche se le squadre più in basso in classifica si possono giocare le loro chances, e questo è da sempre il bello della post season. Castellana è un’ottima squadra, ha dimostrato che anche cambiando il palleggiatore comunque hanno un’ottima rotazione: abbiamo di fronte una trasferta lunga e una sfida da giocare in un campo molto caldo, per cui non bisogna abbassare la guardia. Non nego che giocare in un palazzetto come quello pugliese sarà sicuramente impegnativo, ma anche allo stesso tempo bello e stimolante. Le chiavi di volta per uscirne vincitori? Dobbiamo continuare a servire al meglio, in modo da far loro staccare la palla da rete, mantenendo grande unità e coesione sul campo".

Il vice di coach Vincenzo Mastrangelo, Fabio Fanuli, invece, ritorna sul 3-2 di domenica scorsa: "Ci aspettavamo una gara impegnativa, dal momento che Castellana è una squadra molto esperta e competitiva, abituata a giocare gare tanto importanti. In settimana abbiamo lavorato su alcune situazioni specifiche e dobbiamo necessariamente mettere tutto quello che abbiamo in corpo sul campo". Sulle chances di qualificazione, Fanuli preferisce non sbilanciarsi: "Ovviamente sarebbe bello chiudere la serie sul 2-0, ma in un fortino del genere, che sarà al 100% della capienza, avremo di fronte una gara di playoff degna di tale nome e aperta a qualsiasi risultato. Pensiamo una gara ed un pallone alla volta, a prescindere da quello che è successo e che potrebbe succedere".

© Riproduzione riservata

Iscriviti alla newsletter.

Il modo più facile per rimanere sempre aggiornati

Hai già un account?