Quotidiano Nazionale logo
6 mag 2022

L’avversario dei quarti non sarà il Palermo

I rosanero sono la miglior terza e se passeranno con la Triestina saranno considerati testa di serie al pari dei granata, Padova e Catanzaro

francesco pioppi
Sport

di Francesco Pioppi

Esaurita nella serata di martedì la fase a gironi, la Serie C è pronta per iniziare il ‘primo turno’ di quella nazionale che altro non è che una nomenclatura differente per definire gli ‘ottavi’ a cui faranno seguito - ovviamente - i quarti di finale che coinvolgeranno anche i granata.

Ieri mattina i sorteggi hanno creato il nuovo tabellone delle sfide che andranno in onda tra domenica (andata) e giovedì (ritorno) poi, a partire da martedì 17 ecco che in pista scenderà anche la Reggiana che - pur senza poter sapere chi pescherà (ci sarà il sorteggio integrale) - è già sicura che l’avversario all’esordio non sarà il Palermo.

Questo perché i rosanero - che prima dovranno comunque vedersela con la Triestina - sono la miglior terza (69,66 punti ottenuti con il coefficiente applicato contro i 69 della Feralpisalò) e se passeranno, saranno considerati come testa di serie: al pari di Padova, Catanzaro e appunto Reggiana.

Tra le gare di questo primo turno della fase nazionale spicca certamente Virtus Entella-Foggia, con gli uomini di Zeman che hanno fatto l’impresa andando ad espugnare il ‘Partenio’ di Avellino 2 a 1, dopo essere stati sotto nel punteggio per l’iniziale 1 a 0 siglato da Bove. A far godere il ‘boemo’ ci hanno pensato Merola e Nicolao che a 16 minuti dal novantesimo ha segnato il gol qualificazione, infliggendo agli irpini l’ennesima frustrante delusione della loro storia.

Sia in questa fase che in quella successiva dei ‘quarti di finale’ la squadra che ha ottenuto un miglior piazzamento durante il campionato ha due vantaggi: gioca il ritorno in casa e passa il turno in caso di parità alla fine dei tempi supplementari (niente rigori). Questo significa che i ‘satanelli’ di Zeman dovranno vincere almeno una delle due partite. Tutto da gustare anche il duello tra il Cesena e il Monopoli di Alberto Colombo, l’ex mister granata che ha terminato al quinto posto nel Girone C e che martedì sera ha eliminato la Virtus Francavilla grazie al rigore di Mercadante. I romagnoli, come sappiamo, saranno invece all’esordio dopo aver concluso il campionato al terzo posto. Promette scintille anche lo scontro tra il Pescara, che ha tagliato fuori il Gubbio grazie al pareggio in rimonta (2-2 con le reti di Pompetti e Pontisso che hanno rimediato a quelle di Formiconi e Spalluto) e la Feralpisalò, terza classificata nel Girone A. Tutto da decifrare anche il duello che vedrà opposte il Renate, quarto nel Girone A e la Juventus Under 23 di mister Lamberto Zauli che dopo essersi qualificata come ottava ha eliminato la Pro Vercelli vincendo 1 a 0 grazie alla rete di Compagnon. A questo punto diventa molto complicato ‘scommettere’ sull’avversario che potrebbe rivelarsi più abbordabile per la Reggiana, ma di certo un’eventuale trasferta a Foggia o Pescara non sarebbe il massimo dal punto di vista logistico e soprattutto ambientale. Resta il conforto del ritorno al ‘Giglio’ e del ‘niente rigori’ in caso di parità assoluta, ma dal 17 maggio in poi inizierà tutto un altro film dai connotati indecifrabili.

© Riproduzione riservata

Iscriviti alla newsletter.

Il modo più facile per rimanere sempre aggiornati

Hai già un account?