Quotidiano Nazionale logo
Quotidiano Nazionale logo
il Resto del Carlino logo
17 giu 2022

Luciani, voglia di restare e cuore granata

Il procuratore del giocatore si sbilancia: "Alessio farà sicuramente parte di quell’ossatura che proverà a conquistare la promozione"

17 giu 2022
francesco pioppi
Sport
Alessio Luciani è stato uno dei punti di forza della Reggiana di Aimo Diana
Alessio Luciani è stato uno dei punti di forza della Reggiana di Aimo Diana
Alessio Luciani è stato uno dei punti di forza della Reggiana di Aimo Diana
Alessio Luciani è stato uno dei punti di forza della Reggiana di Aimo Diana
Alessio Luciani è stato uno dei punti di forza della Reggiana di Aimo Diana
Alessio Luciani è stato uno dei punti di forza della Reggiana di Aimo Diana

di Francesco Pioppi

La Reggiana riparte (anche) da Alessio Luciani. Tanto bravo in fase di copertura quanto ad inserirsi da dietro, portando scompiglio nelle fila avversarie e creando superiorità numerica, il difensore cresciuto nella Lazio si è rivelato senza dubbio uno dei punti di forza del 3-5-2 creato da Aimo Diana e riproverà a dare l’assalto alla Serie B con lo stesso entusiasmo. Certezze che derivano, oltre che dall’apprezzamento da parte del tecnico bresciano, dal ds Goretti e da un altro anno di contratto, anche dalle parole pronunciate proprio ieri dall’agente del giocatore. "Alessio farà certamente parte di quell’ossatura che proverà a vincere il campionato - si è sbilanciato il procuratore Luca Urbani -, si è rivelato un pilastro, si trova benissimo a Reggio e vuole ripagare tutto l’affetto ricevuto".

Si tratta di un’ottima notizia visto che Luciani, oltre ad essere un ottimo calciatore, è anche un professionista molto serio e apprezzato da tutti i compagni per le sue qualità umane. Il fatto che un giocatore che a gennaio compirà 33 anni non vada a ‘bussare’ in sede per allungare il contratto rappresenta - inoltre - un segnale molto forte. In primis per quanto riguarda le motivazioni - che evidentemente privilegiano l’obbiettivo sportivo invece del denaro - e in second’ordine può diventare un messaggio anche per tanti compagni che, come lui, hanno un solo anno di contratto.

Tradotto: cerchiamo di riprendere subito il percorso interrotto, lasciando da parte i personalismi e tirando dritto verso l’obbiettivo finale. Un bel modo di ripagare la fiducia che la Reggiana gli aveva accordato un anno fa, quando Alessio Luciani era retrocesso in Serie D con l’Arezzo, ma aveva ricevuto ugualmente la chiamata di Doriano Tosi e di Aimo Diana che era stato suo compagno di squadra al Lumezzane (stagione 2011- 2012) e ne aveva potuto constatare personalmente le qualità.

Il giocatore è arrivato a Reggio tra l’indifferenza generale ma - complice il contemporaneo infortunio di Giuliano Laezza - ha saputo ritagliarsi praticamente subito un posto da titolare e poi è diventato assoluto protagonista del campionato da record disputato dai granata.

Nel frattempo continuano le manovre per quello che riguarda i direttori sportivi con Giuseppe Magalini (alla Reggiana nel 2017-2018) che ha firmato per il Catanzaro dove in un primo momento sembrava potesse andare Doriano Tosi. La prima mossa del neo ds dei calabresi è stato il riscatto dell’attaccante Tommaso Biasci dal Padova. Un centravanti che Magalini aveva provato a portare anche alla Reggiana strappandolo al Carpi, ma senza riuscirci. Il giocatore classe ’94 nativo di San Giuliano Terme (Pisa) ha firmato un contratto biennale con opzione per il terzo.

© Riproduzione riservata

Iscriviti alla newsletter.

Il modo più facile per rimanere sempre aggiornati

Hai già un account?