Quotidiano Nazionale logo
Quotidiano Nazionale logo
il Resto del Carlino logo
29 mag 2022

L’Unahotels in pressing su Bortolani Ma Milano potrebbe riportarlo a casa

La guardia è il primo obiettivo biancorosso. Per Cinciarini offerte da Tortona e Trento, ma c’è fiducia

29 mag 2022
francesco pioppi
Sport
La grinta di Giordano Bortolani in una penetrazione a canestro
La grinta di Giordano Bortolani in una penetrazione a canestro
La grinta di Giordano Bortolani in una penetrazione a canestro
La grinta di Giordano Bortolani in una penetrazione a canestro
La grinta di Giordano Bortolani in una penetrazione a canestro
La grinta di Giordano Bortolani in una penetrazione a canestro

di Francesco Pioppi

Avanti tutta per Giordano Bortolani. Il nuovo corso guidato da Max Menetti è appena iniziato, ma gli uomini mercato della Pallacanestro Reggiana sono già al lavoro per porre le basi di quella che sarà una Unahotels ancora più ambiziosa. Il nome forte è quello della guardia classe 2000 di proprietà dell’Olimpia Milano che nella stagione appena conclusa è letteralmente esploso con la maglia di Treviso. Menetti lo conosce quindi come le sue tasche, lo ha valorizzato e da parte del club di via Martiri della Bettola - che lo aveva già cercato sia nell’estate del 2020 che in quella passata - c’è la massima disponibilità a fare tutto il necessario per fargli vestire la canotta biancorossa. 194 cm per 87 kg, 12 punti di media in 24 minuti, fisico compatto ed esplosivo, ottimo tiro da 3 (39%) e la giusta dose di faccia tosta, Bortolani è una guardia moderna che ha davanti un futuro luminoso e già quest’anno è stato nominato miglior giovane di tutta la Champions League. Alla Pallacanestro Reggiana potrebbe fare un ulteriore passo in avanti prima di spiccare il volo per palcoscenici ancor più competitivi, ripercorrendo un po’ i passi - giusto per fare un paragone vicino a noi - fatti da Amedeo Della Valle.

Lo staff della Unahotels è pronto a lanciarlo in quintetto base con regolarità e con queste premesse la Pallacanestro Reggiana si è messa in pole position per assicurarselo anche se l’accordo potrà essere chiuso - molto probabilmente - solo dopo la fine dei playoff scudetto. Questo perché le prestazioni della giovane stella italiana non hanno lasciato indifferente Ettore Messina che - prima di lasciarlo partire a cuor leggero- vuole capire quale potrebbe essere l’opzione migliore per valorizzarlo e non è escluso - e questo sarebbe lo scoglio maggiore - che voglia metterlo alla prova proprio con la ‘sua’ Olimpia Milano.

Servirà quindi un po’ di pazienza, ma l’impressione è che se l’Armani Exchange troverà le soluzioni giuste nel ruolo (le quotazioni di Stefano Tonut sono in netta risalita, per esempio…) allora potrà lasciare partire Giordano Bortolani in direzione PalaBigi.

Contemporaneamente il club dovrà portare avanti un altro tassello fondamentale del progetto: la rinegoziazione del contratto di Andrea Cinciarini. Il playmaker è attualmente in vacanza a Capri con la famiglia e si concederà un paio di giorni di relax, prima di rituffarsi nella quotidianità. Una volta tornato si siederà al tavolo assieme al proprio agente Riccardo Sbezzi e ai dirigenti della Pallacanestro Reggiana per vedere di trovare una ‘quadra’ e proseguire qui la sua avventura. La priorità è quindi a tinte biancorosse, ma è chiaro che il regista - reduce dalla miglior stagione della carriera - vorrà avere garanzie economiche e di competitività. Alla finestra ci sono soprattutto Tortona e Trento, con Venezia pronta ad intervenire una volta confermato l’incarico a De Raffaele. Insomma, è giusto continuare ad essere ottimisti, ma è saggio non dare nulla per scontato.

© Riproduzione riservata

Iscriviti alla newsletter.

Il modo più facile per rimanere sempre aggiornati

Hai già un account?