Quotidiano Nazionale logo
Quotidiano Nazionale logo
il Resto del Carlino logo
10 giu 2022

Ritorni illustri, tanti derby e prime volte

Tutto quello che c’è da sapere sui protagonisti del 70° Torneo della Montagna che inizia domani con Baiso-Borzanese

10 giu 2022
federico prati
Sport

di Federico Prati Ritorni illustri, derby e prime volte. Tutti a caccia del Cervarezza nel 70° Torneo della Montagna che inizierà domani. I campioni in carica, nell’ultima edizione targata 2019, puntano sulla solita spina dorsale locale e sul trainer Luca Cecchi: Malpeli in porta, capitan Cani in difesa assieme con Ruopolo, Leoncelli in mediana e davanti l’esterno ormai naturalizzato Grasjan Aliù, abbonato al ventello di reti in Serie D, questa volta in maglia Desenzano Calvina. In lista locali pure il mediano Nicolò Rinaldi, come derogato il fantasista Stradi (2000), leader della Barcaccia. Confermato il fantasista ex granata Mangiarotti, big della Piccardo Traversetolo, che fu decisivo per i termali nella finale col Real Casina. Stesso timoniere per i biancorossi del Casina con coach Stefano Chesi e lo storico nucleo capeggiato da capitan Andrea Ferrarini e dal bomber Robert Morani che non ha perso l’istinto da rapace d’area, come ricorda il Baiso punturato nella semifinale notturna di Carpineti. Presente pure per il difensore derogato matildico Gualerzi accompagnato dal terzino Benelli, suo compagno invernale col Quattro Castella. Non è certa la presenza in attacco del bomber Prince Addae, arma illegale nel 2019, ma davanti ci si affida all’estro del neo-montecchiese Nicolò Dallaglio. Si rivedrà per qualche partita il regista Tanasa, capitano del Rimini ritornato tra i pro. Unico innesto da Leguigno, una delle pesanti assenze dalla kermesse del Csi, il guardiano Tarabelloni. Gradito rientro dopo 7 estati per il Collagna di Fausto Monelli che punterà sulla grinta e sul gruppo di Terza categoria: Davide Ferretti in mezzo e una serie di deb come Bertucci e Gabriele Monelli, figlio di coach Fausto. Fra i pali fiducia al baby Cristian Caccialupi (2004), già titolare in Eccellenza con la Piccardo, in mezzo la sostanza del figlio di nato Manenti e in avanti i colpi di Mammetti, beniamino ...

© Riproduzione riservata

Stai leggendo un articolo Premium.

Sei già abbonato a Quotidiano Nazionale, Il Resto del Carlino, Il Giorno, La Nazione o Il Telegrafo?

Subito nel tuo abbonamento:

Tutti i contenuti Premium di Quotidiano Nazionale oltre a quelli de Il Giorno, il Resto del Carlino, La Nazione e Il TelegrafoNessuna pubblicità sugli articoli PremiumLa Newsletter settimanale del DirettoreAccesso riservato a eventi esclusivi
Scopri gli altri abbonamenti online e l'edizione digitale.Vai all'offerta

Iscriviti alla newsletter.

Il modo più facile per rimanere sempre aggiornati

Hai già un account?