I due biancorossi col diesse Frosini
I due biancorossi col diesse Frosini

Rwggio Emilia, 28 marzo 2019 - Grissin Bon, presentati oggi gli ultimi due acquisti Darius Johnson-Odom e Darel Poirier.

FOTO
“Con l’arrivo di Darius e Darel abbiamo terminato i tesseramenti – così ha esordito il direttore sportivo Alessandro Frosini – Questi nuovi inserimenti nel roster rappresentano l’ennesimo sforzo della società per poter conquistare la salvezza sul campo. Abbiamo individuato in loro le caratteristiche giuste per poter aiutare gli altri membri della squadra nella cavalcata delle ultime sette partite dove ci giocheremo la permanenza in serie A. E’ sicuramente uno sforzo economico importante perché abbiamo dovuto cambiare format e passare al 6+6 ma è stato un passo necessario. La vittoria a Pistoia ha migliorato la nostra condizione ma la strada per la salvezza è ancora molto lunga; le prossime partite saranno sette finali da giocare intensamente. Questi due innesti ci daranno agonismo, voglia ed atletismo. Sono due giocatori fisici: Johnson-Odom ha una grande esperienza in Italia, mentre Poirier è giovane ma di grande prospettiva, ha fatto bene in G-League ed è qui con molta voglia di farsi notare in questo campionato. Sono sicuro che daranno il massimo per aiutare la squadra a raggiungere la salvezza”.
“Conosco la Pallacanestro Reggiana, la sua storia recente ed i risultati che ha ottenuto – queste le prime parole di Darius Johnson-Odom - sono orgoglioso di entrare a far parte di questo club. Porterò la mia energia e la mia esperienza nel tentativo di aiutare la squadra, so adattarmi alle situazioni, posso segnare, passare, farò quello di cui ha bisogno il gruppo. L’ultima vittoria ha aiutato molto sia in termini di classifica che di morale ma c’è ancora tanto da fare. Cercherò di far parte di questo finale di stagione nel modo migliore”.
“Sono grato al club per avermi dato l’opportunità di tornare in Europa – ha dichiarato Darel Poirier - e di dimostrare che posso giocare a questo livello. Il mio obiettivo è cercare di portare una grande energia positiva alla squadra in campo, ma anche a tutto l’ambiente. Sono giovane, metterò al servizio del team la mia voglia di fare, la mia vocalità, le mie capacità a livello difensivo nel proteggere l’area ma anche offensive nel finalizzare al ferro le costruzioni dei miei compagni”.