Reggio Emilia, 13 maggio 2021 -  Il grande calcio torna in pochi mesi in Emilia-Romagna, e da qui lancia a tutta Italia un nuovo segnale di ripartenza dalla pandemia da Coronavirus. Dopo quella di Supercoppa disputata lo scorso gennaio, infatti, il Mapei stadium di Reggio Emilia ospiterà mercoledì prossimo la finale di Coppa Italia.

Il trofeo, lo ricordiamo, lo vincerà una tra Juventus e Atalanta, che si sfideranno mercoledì 19 maggio (ore 21) proprio al “Città del Tricolore” di Reggio. Questa mattina presenti, tra gli altri, alla conferenza stampa di lancio dell'evento il presidente della Regione Emilia Romagna Stefano Bonaccini, il sindaco di Reggio Emilia Luca Vecchi, l’amministratore delegato della Lega Serie A Luigi De Siervo, e in collegamento in remoto anche Luigi Gubitosi, amministratore delegato di Tim (che sponsorizza la finale, la “Timvision Cup”).

L’evento rivedrà, dopo oltre un anno di chiusura, il ritorno del pubblico allo stadio: il “Città del Tricolore” ospiterà circa 4300 spettatori, il 20% della capienza. “I biglietti saranno messi in vendita. I club decideranno le modalità prossimamente, stanno studiando un protocollo”, parole dell’a.d. della Lega Serie A Luigi De Siervo, che poi ha spiegato: “Il ritorno del pubblico invita a guardare al futuro con ottimismo: è disponibile una app, “Mitiga”, dove sarà possibile caricare il proprio biglietto. Inoltre ci vuole un tampone negativo entro le 48 ore dall’evento. Da questo evento prenderemo spunto per le decisioni future”.

Reggio non sarà protagonista solo nei 90 minuti della partita, ma anche in alcuni eventi collaterali. Giammaria Manghi, capo della segreteria politica della presidenza della Regione Emilia Romagna, li ha svelati: “Nel tardo pomeriggio di lunedì prossimo (17 maggio, ndr) ci sarà un webinar al teatro “Ariosto” che coinvolgerà personaggi delle istituzioni dello sport di alto livello. Il 18 maggio, giorno precedente alla finale, è in programma al pomeriggio una visita al punto vaccinale di Mancasale di alcune “Legends”, ovvero personaggi che hanno scritto la storia del calcio. Tra gli altri cito David Trezeguet, ex campione della Juventus, e Ivan Pelizzoli, ex Atalanta. Infine sarà allestita anche una mostra al “Città del Tricolore”, organizzata dal giornalista Matteo Marani”.

Biglietti omaggio per medici e infermieri

"La quota di biglietti per la finale di Coppa Italia riservata a noi, sarà destinata a 150 professionisti tra medici e infermieri dei nostri ospedali". Lo
ha detto il presidente della Regione Emilia- Romagna, Stefano Bonaccini. "Un omaggio che non è altro che un minimo riconoscimento a chi durante la pandemia ha lottato in prima linea per difendere le nostre vite rischiando la propria. Questa decisione è stata presa in accordo con la Lega Serie A che ha condiviso la nostra scelta. Le modalità di assegnazione saranno decise dall'Ausl. La stessa cosa avevamo fatto per il Gran Premio di Formula Uno a Imola", ha concluso il governatore.