di Claudio Lavaggi Mattia Gori non è più l’allenatore della Correggese: lo ha comunicato ieri la società biancorossa che nel contempo ha annunciato l’arrivo di Fabio Bazzani, il cui secondo sarà Lauro Bonini, vecchia conoscenza del nostro calcio dilettanti. Insieme a Gori lasciano la Correggese anche il suo vice allenatore Andrea Golinucci e il preparatore atletico Luca Platti. "C’è davvero tanto rammarico, se penso a come è andato questo campionato. Con cinque soste siamo stata la squadra più tartassata d’Italia e non è stato facile dare continuità ad un lavoro che ad...

di Claudio Lavaggi

Mattia Gori non è più l’allenatore della Correggese: lo ha comunicato ieri la società biancorossa che nel contempo ha annunciato l’arrivo di Fabio Bazzani, il cui secondo sarà Lauro Bonini, vecchia conoscenza del nostro calcio dilettanti. Insieme a Gori lasciano la Correggese anche il suo vice allenatore Andrea Golinucci e il preparatore atletico Luca Platti.

"C’è davvero tanto rammarico, se penso a come è andato questo campionato. Con cinque soste siamo stata la squadra più tartassata d’Italia e non è stato facile dare continuità ad un lavoro che ad inizio campionato ci vedeva in tutt’altre condizioni". Il problema sono stati i troppi risultati negativi?

"Beh, il calcio va così: io da dipendente devo accettare questa decisione che peraltro non incrina i rapporti che ho avuto durante tutta la stagione con il presidente Claudio Lazzaretti e che sicuramente avrò anche in futuro".

Con i giocatori si è lasciato in buoni rapporti?

"Ieri sono tornato al campo per prendere alcune mie cose e ho visto diversi giocatori e altri dello staff commuoversi per il mio addio. Questo mi ha fatto immenso piacere e in parte mi ripaga della delusione".

Se tornasse indietro, farebbe le stesse cose?

"Sì, il nostro campionato è stato troppo particolare. Non dimentichiamo le sette vittorie di fila in casa e il fatto che solo noi abbiamo battuto quest’anno il Lentigione. Quindi ringrazio i giocatori, il presidente, i collaboratori e i preparatori".

Non manca qualcuno?

"Beh, forse con qualcuno avrei atteggiamenti differenti, ma non sto certamente parlando della stampa locale".

E ora che farà?

"Spero di non aver troppo tempo libero, fosse per me ricomincerei già domani. Comunque questa esperienza mi ha fatto capire dinamiche che non ero abituato ad affrontare".

La Correggese volta pagina con l’arrivo di Bazzani a dieci giornate dal traguardo. Bazzani, marito della nota showgirl Alessia Merz, vanta un’importante carriera da calciatore che l’ha portato a vestire le maglie di Perugia, Sampdoria e Lazio, oltre a quella della nazionale. Dopo aver lasciato il professionismo ha chiuso la carriera da calciatore a Mezzolara dove ha anche svolto il ruolo di allenatore. Dal 2017 fino alla fine della stagione 2020 ha svolto il ruolo di vice di Serse Cosmi sulle panchine di Ascoli, Venezia e Perugia.

"Sono molto felice di essere arrivato a Correggio – ha detto Bazzani al termine del primo allenamento – e l’intenzione è quella di ottenere risultati importanti visto che questa squadra ha delle qualità. Manca poco tempo al termine della stagione, ma tante partite, quindi il nostro destino è ancora nelle nostre mani. Non c’è tanto tempo, ogni 48 ore saremo in campo e non ho la presunzione di dire che porterò molti cambiamenti rispetto a quello che è stato fatto prima. Sarà fondamentale la testa dei giocatori e la loro voglia di andare a conquistare obiettivi di prestigio".