di Gabriele Gallo Nei momenti più complessi della scorsa stagione è stato, come ruolo impone, solido collante all’interno dello spogliatoio. Sarà ancora Andrea Ippolito il capitano del Volley Tricolore, griffato Conad, nel prossimo campionato? Di sicuro lo schiacciatore di Frascati appare pronto e motivato Ippolito, si ricomincia e per la prima volta lo state facendo in ritiro fuori Reggio e in anticipo rispetto agli altri team.... "E’ una bella novità, siamo contenti, è un fatto nuovo per...

di Gabriele Gallo

Nei momenti più complessi della scorsa stagione è stato, come ruolo impone, solido collante all’interno dello spogliatoio. Sarà ancora Andrea Ippolito il capitano del Volley Tricolore, griffato Conad, nel prossimo campionato? Di sicuro lo schiacciatore di Frascati appare pronto e motivato

Ippolito, si ricomincia e per la prima volta lo state facendo in ritiro fuori Reggio e in anticipo rispetto agli altri team....

"E’ una bella novità, siamo contenti, è un fatto nuovo per noi ma sono d’accordissimo con questa scelta. Avremo modo di fare il famoso team-building, di conoscerci bene e cementare il gruppo. Ho già avuto modo di parlare con i nuovi arrivati, sono tutti ragazzi simpatici".

Un fattore importante e un’incognita sono anche le misure anticovid.

"Eh sì, dovremo capire bene tutte le procedure e seguirle. Navighiamo un po’ a vista ma, innanzitutto, siamo molto contenti di essere ripartiti perchè eravamo fermi da tanto. La voglia di giocare è grandissima, di rimettersi in forma altrettanto; specialmente per i giocatori un po’ più ’grandi’ come me, questo periodo di inattività è stato pesante".

Siete fiduciosi che il campionato inizierà e, soprattutto, proseguirà?

"E’ il classico domandone da un milione di dollari. Il virus c’è, non se ne è andato. Da ottobre in poi temo ci sia il rischio di un aumento dei contagi... che dire? Speriamo di partire e proseguire, altrimenti diventa davvero dura. Noi stiamo facendo il possibile per rispettare le procedure e adottiamo tutte le precauzioni, speriamo vada tutto bene perchè c’è tanta voglia di giocare".

Anche perchè c’è un entusiasmo da riaccendere...

"Sicuramente è la nostra prima missione. La stagione passata c’è stata qualche sfortuna di troppo, momenti negativi. Abbiamo tutti bisogno di emozioni positive. Comunque le brutte esperienze servono. Facciamo tesoro degli errori dell’anno scorso e costruiamo una base più solida da cui ripartire".

Supponendo che il Covid conceda tregua e si giochi, quali sono le vostre ambizioni?

"Ci sono stati rientri in squadra di lusso, giocatori forti che sanno fare molto bene. I giovani si sono già fatti conoscere in A2. Penso saremo un gruppo che si divertirà e darà fastidio a tanti perchè siamo forti e motivati".

Sarà ancora capitano?

"Non ne abbiamo ancora parlato in squadra, due anni fa il ruolo era ricoperto da Sesto, che è ritornato ed è stato un grande capitano. Farò quattro chiacchiere con lui durante il ritiro, ma sarà una scelta condivisa".