di Marco Ballabeni "I ragazzi non vedono l’ora di giocare per riscattare la sconfitta dell’andata, nella quale non abbiamo raccolto quanto seminato. Il Petrarca è la squadra da battere, lo attesta la classifica. Per quanto ci riguarda sarà anche un test per capire a che punto siamo in vista dei play off scudetto". Roberto Manghi, head coach Valorugby, sa che lo scontro al vertice di questo pomeriggio tra i suoi Diavoli e i “neri” del Petrarca Padova non rappresenta solo il big match di giornata ma anche un esame...

di Marco Ballabeni

"I ragazzi non vedono l’ora di giocare per riscattare la sconfitta dell’andata, nella quale non abbiamo raccolto quanto seminato. Il Petrarca è la squadra da battere, lo attesta la classifica. Per quanto ci riguarda sarà anche un test per capire a che punto siamo in vista dei play off scudetto".

Roberto Manghi, head coach Valorugby, sa che lo scontro al vertice di questo pomeriggio tra i suoi Diavoli e i “neri” del Petrarca Padova non rappresenta solo il big match di giornata ma anche un esame significativo. La sfida, valida per l’ultima giornata del Peroni Top10, inizia alle ore 16; come sempre diretta web sul canale youtube della Federugby; differita domani alle 21.15 su TeleReggio.

Dopo l’inno italiano, prima dell’inizio della partita, sarà osservato un minuto di silenzio in memoria di Gabino Hidalgo, il grande ex giocatore, capitano e allenatore del Rugby Reggio e del Guastalla scomparso una settimana fa, a soli 45 anni.

Anche se nominalmente questa è l’ultima giornata della stagione regolare, nei prossimi due weekend il Top10 recupererà alcune partite determinanti per le semifinali: 1 maggio Calvisano-Valorugby e Petrarca-Colorno, 8 maggio Colorno-Rovigo.

Nel Valorugby rientra Majstorovic, mentre sono out Ruffolo, Leaupepe, Du Preez e Muccignat; partono dalla panchina Mordacci e Rodriguez. Il Petrarca schiera tra gli altri i mediani Tebaldi e Faiva, entrambi in campo nell’ultima Coppa del Mondo, in Giappone; il primo con la maglia azzurra e il secondo con quella rossa di Tonga.

"Sappiamo che la sfida di Reggio Emilia sarà durissima - ha detto il coach petrarchino Andrea Marcato - ma l’abbiamo preparata come se fosse la nostra prima partita di play-off. Vogliamo tornare alle basi del nostro gioco, ovvero conquista, difesa e disciplina. Il Valorugby è seconda in classifica e sta facendo benissimo, con Rodriguez come faro del gioco".

Valorugby: Farolini; Costella, Majstorovic, Vaega, Bertaccini; Newton, Chillon; Amenta (foto) Conforti, Favaro; Dell’Acqua, Devodier; Chistolini, Luus, Randisi. A disp.: Gatti, Sanavia, Romano; Balsemin, Mordacci, Rimpelli; Rodriguez, Fusco.

Petrarca Padova: Lyle; Bettin, De Masi, Broggin, Coppo; Faiva, Tebaldi; Trotta, Cannone, Catelan; Panozzo, Galetto; Pavesi, Carnio, Franceschetto. A disp.: Borean, Cugini, Hasa; Ghigo, Michieletto; Panunzi, Zini, Capraro.

Top10, ultima giornata: ore 15 Lazio-Colorno, Mogliano-Viadana; ore 16 Valorugby-Petrarca, Rovigo-Fiamme Oro, Calvisano-Lyons.

Classifica: Petrarca Padova 69 punti, Valorugby 59, Rovigo 57, Calvisano 55; Viadana 42, Mogliano 40, Fiamme Oro 30, Lyons 27, Colorno 14, Lazio 6.