Reggio Emilia, 27 maggio 2015 - Tutto pronto per la 39^ edizione della Quattro Porte, che avrà luogo sabato 6 giugno, quando piazza Prampolini e le vie del centro storico si riempiranno di gente per vivere una magnifica serata di festa che inizierà alle 10 di mattina con l’animazione di Onde Chiare, per poi proseguire alle 16 sempre con varie iniziative ludico-ricreative per poi tuffarsi nelle gare dalle 18 in poi fino all’assegnazione nei trofei dopo le competizioni. Per il secondo anno consecutivo, questa volta con un progetto di altri due anni, la Fondazione dello Sport ha confermato l’assegnazione della storica manifestazione, nata nel 1973, al Centro Sportivo Italiano, dopo il successo dell’anno scorso, che ha visto scendere in piazza oltre 2 mila persone.

LA PRESENTAZIONE
All’hotel Astoria Mercure, ha avuto luogo il vernissage dell’iniziativa alla presenza del direttore della Fondazione, il dottor Domenico Savino, del vice presidente di Conad Centro Nord, il dottor Paolo Incerti, coadiuvato dalla responsabile dell’area marketing Veronica Corchia, del portavoce del sindaco, il giornalista Giovanni Vignali e del vice presidente vicario del Csi Giuseppe Vaccari, seduti al tavolo dei relatori. Presenti in sala anche Claudio Prati della Croce Verde, Luca Marani del Fit Village, Enrico Cavazzoni presidente Onde Chiare e William Reveberi in rappresentanza del Coni, tutti partner dell’iniziativa del 2 giugno. Gli organizzatori principali dell’evento sono stati invece Cesare Bellesia, direttore del Csi Reggio e Pietro Margini della Coopselios Atletica Reggio. 

IL PROGRAMMA
Sabato 6 giugno piazza Prampolini inizierà a svegliarsi dalle 10 di mattina in poi, con varie iniziative di Onde Chiare legati al risveglio muscolare ed un tipo di animazione ludico-sportiva che entrerà nel vivo nel pomeriggio, alle 16, con momenti di musica, ritmi intensi, riscaldamento collettivo e via dicendo. La seconda parte dell’animazione è invece riservata al Fit Village che proporrà sempre attività ginniche e danze. Alle 18 inizierà la gara dei ragazzini che coinvolgerà gli Esordienti A, B e C, ossia i bimbi dai 2004 ai 2008 e le categorie Ragazzi (2002/2003) e Cadetti (2000/2001). Le distanze che perorreranno vanno dai 700 metri per i più giovani ai 1400 metri per i più grandi. Alle 20,15 prenderà il via la gara competitiva per atleti nati dal 1999 in poi, riservata ai tessarti Fidal, Csi, Uisp o altri Enti di promozione sportiva. Il percorso corto prevede una distanza di 3,5 km, mentre quello lungo sarà di 6 km. Le iscrizioni chiuderanno sabato alle 19,45. Poco dopo, alle 21,15 avrà luogo la camminata ludico-motoria per tutti, che prevede anche la camminata “Portami con te”, riservata a mamme, papà e bimbi in fasce o in passeggino. La camminata non competitiva prevede un percorso di 3,5 km che transiterà anche dai Giardini pubblici, dove per l’occasione, i participanti sono invitati ad essere muniti di torcia normale o frontale per partecipare al concorso “Correre con il Giusto Spirito illuminando il percorso”, un gioco di parole che dà lustro ad un importante sponsor dell’evento come il ristorante Giusto Spirito e allo spirito della camminata con tanto di luci. Seguiranno ricchi premi per i vincitori. I primi 1500 partecipanti che aderiranno alla non competitiva avranno in omaggio una maglietta celebrativa dell’evento e il pettorale numerato. Per ogni altra informazione e per iscriversi visitare il sito www.laquattroporte.it oppure scrivere una mail a 39laquattroporte@csire.it.

INTERVENTI TECNICI
«Sarà la Quattro Porte delle famiglie - ci spiega Pietro Margini di Cooselios Atletica Reggio, organizzatore dell’evento assieme a Bellesia - L’anno scorso siamo riusciti a ridare vita alla manifestazione ed ora dovremo ripeterci. La 10 chilometri prevede un percorso di tre giri, come l’anno scorso, mentre la non competitiva, a causa di una concomitante manifestazione, non passerà per via Roma, ma per i Giardini pubblici ecco perché ci siamo inventati “Correre col Giusto Spirito, illuminando il percorso”. Ogni partecipante potrà acquistare una pila o una lampadina frontale per “dare luce” al passaggio nei Giardini dove di luce ce n’è poca; tale iniziativa permetterà ai partecipanti di raccogliere vari premi. Venerdì alle 20, invece, avremo lista completa dei partecipanti alla gara competitiva alla quale si iscrivono sempre atleti di primo piano del panorama podistico della nostra zona. 
«Partiremo alle dieci di mattina, fino alla sera - ci spiega Enrico Cavazzoni di Onde Chiare - con l’animazione in piazza per la gente che passa con esibizioni che vanno dalla ginnastica acrobatica, alla scuola di ballo di Hip Pop, poi attività motorie per adulti come la Zumbia, il Fit Box ed altre attività motorie».
A dare il cambio a Onde Chiare interverrà il Fit Village, ieri rappresentato da Luca Marani: “Ricordo la Quattro Porte quand’ero bambino - spiega - ed è sempre stata una grande festa. La partecipazione del Fit Village non è commerciale, ma ricreativa, per rendere più viva la piazza durante la sera, con attività piacevoli e frizzanti con le quali coinvolgeremo tutti coloro che avranno voglia di divertirsi con noi. Nella settimana precedente all’evento, tra l’altro,venderemo le magliette celebrative il tutto nella speranza di dare un grosso contributo alla manifestazione in vista dei 40 anni che saranno celebrati l’anno prossimo».
«Le iniziative coinvolgeranno anche diverse assocaizioni di diversamente abili - ha spiegato Cesare Bellesia - perchè Reggio è la città delle persone, come lo stesso sindaco Vecchi ha più volte sottolineato in varie occasioni. Queste persone dovranno essere messe al centro perché hanno tutti i diritti di divertirsi e di essere felici».

ALTRI INTERVENTI
«Vorrei fare i complimenti al Centro Sportivo che si adopera per creare eventi di questa portata, dove l’educazione allo sport, l’aggregazione e il rianimo del Centro storico sono gli obiettivi principali - spiega il dottor Paolo Incerti, vice presidente di Conad Centro Nord - La nostra azienda, per quant’è possibile, aderisce con entusiasmo ad iniziative di questo tipo che coinvolgono gli sportivi, i cittadini, le famiglie, le mamme e tutti coloro vogliano vivere Reggio in un clima di festa. La Quattro Porte è un’iniziativa storica della nostra città siamo felici di sostenerla ogni anno, dando un contributo non solo economico alle tante persone che mettono a disposizione il loro tempo e la loro professionalità nella riuscita di questa grande iniziativa. Lo sport rende alta la qualità della vita per tutti coloro che lo praticano e promuovere lo spot credo sia un messaggio importantissimo da diffondere».
«Porto i saluti di Milena Bertolini, presidente della Fondazione, impegnata oggi a Roma impegnata a sostenere il calcio femminile, dopo le recenti polemiche - spiega il dottor Domenico Savino, direttore della Fondazione per lo sport - Ringrazio l’Amministrazione comunale, di cui la Fondazione è un’emanazione, il cui sostengo è fondamentale; lo stesso fatto che il sindaco Luca Vecchi abbia deciso di tenere la delega per lo sport significa che questa Amministrazione considera prioritaria la promozione dell’attività sportiva alla stregua di tanti altri servizi erogati. La Fondazione, dopo il successo dell’anno scorso, ha deciso di confermare per altri due anni, l’assegnazione della Quattro Porte al Centro Sportivo. Ricordo che fino al 2007 la maratona era organizzata da vari enti appoggiati a Coni e Fidal; poi, pro problemi finanziari, assorbita dalla Fondazione, che ha cercato, nel limite del possibile, di portarla avanti. L’anno scorso il Centro Sportivo si è proposto di gestirla e noi siamo stati ben felici di sancire tale accordo che ha permesso a Reggio di vivere una magnifica giornata di sport e socialità. L’entusiasmo del Csi e un ricco programma sono una garanzia di successo. Colgo l’occasione di ringraziare in particolare Conad che ha come slogan “Persone oltre le cose” e devo ammettere la sua partecipazione a tante iniziative sportivo-aggregative conferma coi fatti l’attaccamento dell’azienda al territorio e ai cittadini».
«Dopo Fotografia Europea e Reggionarra è bello dare il nostro appoggio ad una manifestazione come la Quattro Porte che si trasformerà certamente in una magnifica festa per l’intera città - spiega il giornalista Giovanni Vignali, portavoce del sindaco Luca Vecchi - Con la Quattro Porte la città vive vari livelli competitivi dello sport, dalla camminata all’agonismo, in una serata nella quale saranno protagoniste le famiglie. L’intenzione del sindaco Vecchi è quella di andare avanti in questa direzione, tant’è che a breve presenteremo il cartellone delle iniziative culturali in Centro storico e di quartiere, un programma che sarà ricco di sorprese che permetteranno al Comune di Reggio di essere protagonista. Non mancheranno a tal proposito infatti anche varie attività legate allo sport giovanile con l’arrivo di delegazioni dall’estero per rendere sempre più viva la nostra città».
«Considero fondamentale essere presente a questa iniziativa - ci spiega Emilio Iotti, sponsor tecnico della Quattro Porte - Un evento assolutamente da non perdere».
«Ci saremo anche noi con uno stand - spiega Claudio Prati responsabile degli eventi della Croce Verde - dove proporremo lezioni teoriche e pratiche di distruzione pediatrica, con manovre semplici che possono però salvare delle vite e che, in caso di necessità, si possono fare tranquillamente a casa vostra. Avremo in loco anche un mezzo di pronto soccorso, del quale spero proprio non ce ne sia bisogno. Croce Verde è da sempre vicino a queste iniziative finalizzate a rivitalizzare la nostra città».
«La Quattro Porte mi ricorda i precursori dell’evento come Luciano Codeluppi e Andriano Roccatagliati - spiega William Reverberi in rappresentanza del Coni provinciale e regionale - Nel corso degli anni la Quattro Porte ha assunto un significato particolare per la nostra città e tra l’altro quest’anno apre la Giornata nazionale dello sport che avrà luogo domenica 7 giugno. Colgo l’occasione per sottolineare all’Amministrazione che lo sport vero è questo, non quello legato agli scandali di cui parliamo in questi giorni. La Quattro Porte è una testimiannza di come lo sporto possa veramente far stare assieme diverse culture e diverse etnie. A Reggio è ancora forte il problema degli impianti, ma lo sport, almeno nella nostra città, lo abbiamo sempre saputo proporre, ma perché questo continui ad essere così bisogna che i costi dello sport non gravino sulle famiglie».
«Oltre a ringraziare gli sponsor che ci hanno sostenuto, vorrei stringere la mano a Cesare Bellesia e a Pietro Margini che hanno lavoratore duramente per la buona riuscita dell’evento - ci spiega il vice presidente vicario del Csi <+nero>Giuseppe Vaccari<+tondo> - Ovviamente il Centro sportivo ce la metterà tutta perché questa manifestazione possa addirittura migliorare il risultato dell’anno scorso. Al termine della kermesse, ci ritroveremo in una serata dove consegneremo l’album dei ricordi dell’iniziativa facendo un “processo alla tappa” con un confronto su ciò che è andato bene e ciò che andrebbe corretto per migliorare la 40^ edizione in programma l’anno prossimo».