"Sono bastate due scelte sbagliate per rovinare tutto Siamo stati al loro livello, non piangiamoci addosso"

L’amarezza di Rimpelli "Pensavamo di avercela fatta e a quel punto c’è stata un po’ di superficialità".

"Sono bastate due scelte sbagliate per rovinare tutto  Siamo stati al loro livello, non piangiamoci addosso"

"Sono bastate due scelte sbagliate per rovinare tutto Siamo stati al loro livello, non piangiamoci addosso"

Cos’è successo ai Diavoli nell’ultimo quarto di una finale bellissima e spettacolare in cui il Valorugby sembrava davvero poter conquistare la sua seconda Coppa Italia?

Davide Rimpelli, entrato a inizio secondo tempo per sostituire Jimmy Tuivaiti costretto al protocollo concussion prova a spiegare la netta resa finale dei granata.

"Hanno avuto un ritorno di orgoglio dopo la nostra quinta meta e il cartellino rosso, ma in particolare credo che la chiave di volta siano stati due calci d’inizio sui quali ci siamo fatti trovare mal preparati e che hanno finito per costarci due mete e un giallo.

Un po’ superficialità nostra e un po’ fortuna… ma no, è brutto parlare di fortuna, siamo stati superficiali noi.

Loro sono molto cinici, non puoi permetterti neppure uno sbaglio".

Risultato a parte, una gran bella partita: "ampio volume di gioco, pochi errori, poche mischie, pochi calci fra i pali, abbiamo provato a giocare e a rischiare sia noi, sia loro.

Purtroppo l’esito non è quello sperato e fa molto male; mi ricorda la semifinale di Top10 dell’anno scorso con Rovigo, anche in quell’occasione la partita sembrava nelle nostre mani e l’abbiamo vista scivolare via…". Subito testa al campionato?

"Pasqua libera, a Pasquetta ci ritroviamo per resettare tutto".

Roberto Manghi, head coach dei Diavoli mastica amaro.

"Abbiamo disputato una buona partita, ma quando sembrava che l’avessimo in pugno, un paio di scelte sbagliate hanno riaperto la gara. E a questo livello chi sbaglia paga.

Loro sono una bella squadra ma se ne fermi il pacchetto di mischia sono più gestibili; fino al 50’ ci siamo riusciti".

Da inizio stagione non avete mai avuto così tanti giocatori indisponibili.

"Sarebbe ingiusto togliere qualcosa ai ragazzi che sono andati in campo e in panchina.

Durante la gara abbiamo perso anche Violi e poi Tuivaiti, e con loro un grande carico di esperienza".

Ora si riparte con il Top10?

"Sì, la testa al campionato è tornata già a fine gara.

Non dobbiamo piangerci addosso, abbiamo giocato per cinquanta minuti come loro.

A fine partita, ho detto subito ai ragazzi che adesso dobbiamo andarli a riprendere in campionato".

Marco Ballabeni