Rimini, 14 maggio 2018 - Giornata di festa, questa mattina, in Regione, per il Rimini Calcio. La società biancorossa, rappresentata dal presidente Giorgio Grassi, dall'allenatore Gian Luca Righetti, dal ds Pietro Tamai, dal team manager Adrian Ricchiuti e dal capitano Francesco Scotti, ha ricevuto direttamente dalle mani del presidente della Regione Emilia Romagna, Stefano Bonaccini, una targa celebrativa per la vittoria del campionato di serie D (VIDEO), che sancisce il ritorno del Rimini nel calcio professionistico (FOTO).

Alla presenza del sindaco di Rimini, Andrea Gnassi, Bonaccini (cugino del tecnico riminese) si è complimento con la società biancorossa per il prestigioso traguardo raggiunto: "Davvero una bella notizia per una città che ha fame di calcio, ma anche per l'Emilia Romagna. Mi auguro che la squadra della mia città, il Modena, possa prendere esempio dal Rimini, capace di ripartire da zero con un progetto serio, e vincere così due campionati consecutivi (Eccellenza e Dilettanti, ndr)".

Che quello del Rimini sia un progetto con delle basi solide, lo ha spiegato anche il primo cittadino riminese: "Il presidente Grassi ha scelto la politica dei piccoli passi, dei bilanci in ordine, della valorizzazione del settore giovanile, dimostrando che un altro calcio è possibile". Poi, in coclusione, è lo stesso Grassi che ha preso parola entrando più nello specifico: "La strada intrapresa è quella giusta, quindi continueremo con un calcio fatto di valori. In questo due anni abbiamo compiuto un piccolo miracolo sportivo, centrando due promozioni consecutive per nulla scontate, cosa mai successa in 106 anni di storia del club. Il prossimo anno torneremo in serie C, categoria che ha costi alti, ecco che chiunque voglia investire nel Rimini e aiutarmi a portare avanti il progetto sarà il benvenuto. E se i tifosi continueranno a stare al nostro fianco come hanno fatto in questi due anni - è l'auspicio del patron biancorosso -, tutto sarà più facile. Ad ogni modo, lavoreremo ad un progetto triennale, senza eccessi e senza fretta".