Rimini, 3 agosto 2018 - La voce è squillante e piena di entusiasmo. «Non vedo l’ora di ritornare a Rimini con Romina. Faremo un bellissimo concerto, metteremo a tacere tutte le malelingue e in particolare chi ha sostenuto che il sottoscritto, la sera del 26 luglio, avesse dei problemi di salute e non potesse cantare». Parola di Al Bano Carrisi, pronto a esibirsi finalmente con Romina a Rimini. Il concerto di luglio al Beat Village era saltato per i ben noti motivi. La Dock production, la società che organizzava gli eventi alla darsena, non era stata in grado di rispettare il contratto.

Quando Al Bano è salito sul palco per le prove, al pomeriggio, ha scoperto che nemmeno gli operai che avevano montato il palco, le luci e gli impianti erano stati pagati. «Quella sera – rivela ora Al Bano al telefono – se anche io e Romina fossimo saliti sul palco non saremmo riusciti a concludere il concerto: gli operai ci avevano avvertito che non essendo stati pagati come previsto avrebbero staccato la spina e spento tutto. Queste sono le vere motivazioni che ci hanno spinto ad annullare il concerto. Non altre, come qualcuno ha provato a sostenere». Il riferimento è a Willer Dolorati, il ‘regista’ del Beat Village e della Dock production.

Passata la tempesta, Al Bano aveva subito promesso ai fan di voler recuperare il concerto. E così sarà. Mancano ancora gli ultimi dettagli, «ma il concerto si terrà il 10 agosto – assicura Al Bano – Ci siamo sentiti molte volte in questi giorni con il Comune di Rimini, e abbiamo definito quasi tutto». Lo show sarà in piazzale Fellini, e sarà gratuito per tutti. «Io e Romina non vediamo l’ora di cantare – ripete Al Bano – Sarà una bellissima festa, e sarà il modo migliore per metterci alle spalle questa disavventura che mai mi era capitata in 53 anni di carriera. Ai fan dico solo: scusateci per il ritardo, il momento finalmente è arrivato e sarà bellissimo».

In queste ore Palazzo Garampi è riuscito praticamente a chiudere il cerchio. Al Bano e Romina hanno accettato di rivedere il loro cachet, passando da 95mila a circa 60mila euro. Soldi che saranno coperti dagli sponsor. Sono una decina, e tra questi figurano anche alcune delle più importanti aziende riminesi. Il Comune invece si occuperà del palco e della logistica. «Il concerto di Al Bano e Romina – confermano da Palazzo Garampi – aprirà una festa più lunga, organizzata con gli operatori, che proseguirà anche nelle serate di sabato e domenica in piazzale Fellini e dintorni». I dettagli saranno resi noti a breve. Il tempo stringe, ma con il ‘sì’ di Al Bano e Romina la festa può già cominciare.