Frida Neri con Filippo Macchiarelli contrabbasso (Foto Concolino)
Frida Neri con Filippo Macchiarelli contrabbasso (Foto Concolino)

Riccione (Rimini), 21 luglio 2019 - Sull’incantevole scenario del sole che sorge questa mattina alcune centinaia di persone hanno partecipato al primo concerto di “Albe in controluce” sulla spiaggia di Riccione.  Sul palco (foto) con la sua coinvolgente musica Frida Neri con l’Alma Quartet Fabio Mina (flauto), Marco Roveti (percussioni), Filippo Macchiarelli (basso e contrabbasso). che  dalle 5 alle 6,  nella Spiaggia del Sole, zona 86/87, ha condotto il pubblico alla scoperta di Ondas do mar, viaggio nelle musiche dei porti, dalle cantigas galiziano-portoghesi dedicate a Maria alle melodie salentine in griko, dal fado lisboeta alla musica napoletana.

Filippo Macchiarelli (basso e contrabbasso) (Foto Concolino)

La rassegna, proseguirà il 4 agosto alle 5,30 con Mattinata  sulla Spiaggia 112. Protagonista l’Orchestra di fiati del Corpo bandistico di Mondaino, diretto dal Maestro Marco Tasini e la partecipazione del tenore Gabriele Sgreccia. Al suo fianco quaranta musicisti che proporranno un vasto repertorio, che spazia dal classico al pop. Tra i brani proposti anche alcuni classici di Ennio Morricone a Carlos Santana. Lo spettacolo è organizzato in collaborazione con il Comitato Riccione Alba.

Altro genere musicale domenica 11 agosto nelle Spiagge 63/64, sempre alle 5,30. In programma Bianca, omaggio a Moby Dick di Herman Melville, che celebra i duecento anni dalla nascita di uno dei più grandi autori di racconti sul mare e il suo mistero. Sul palco l’attrice Daniela Giovanetti, voce narrante, e Norina Angelini, organo e voce, interprete di musica classica e contemporanea, con la regia di Alessandro Di Murro.

Per finire il 18 agosto nella Spiaggia 68, alle  5.30, tornerà l’applauditissima Rassana Casale, una delle voci italiane più apprezzate. L’artista, che canterà con il suo Jazz Quartet (Aldo Mella, contrabbasso, Massimo Serra, batteria, Fabio Gorlier, pianoforte), proporrà A mid summer jazz dream con un repertorio che include brani di maestri come Ellington e Gershwin, nonché la bossanova di Jobim. “Il jazz è alla base di tutta la mia musica - commenta la Casale -. Sono cresciuta con i dischi jazz che ascoltava mio padre. E, poi, la musica delle grandi orchestre americane degli anni ’40 e ’50, come Duke Ellington. Ascoltavo anche il funky e la west coast americana, fino ai cantautori, passione di mia mamma. Dopo il pop che mi ha fatto arrivare al grande pubblico e al Festival di Sanremo, i miei musicisti mi hanno proposto di fare una concerto jazz”. E’ stato l’inizio di un nuovo capitolo della sua brillante carriera.