Il 20 gennaio è l'anniversario di nascita di Federico Fellini
Il 20 gennaio è l'anniversario di nascita di Federico Fellini

Rimini, 8 gennaio 2019 - Federico, gradisca questo regalo. Il 20 gennaio Fellini avrebbe compiuto 99 anni, e fervono a Rimini i preparativi per festeggiare degnamente la ricorrenza. L’anno scorso, di questi tempi, la città ha fatto al maestro uno dei doni più belli, riaprendo finalmente il Fulgor. È il cinema immortalato da Amarcord. Quello dove il regista scoprì la settima arte (il suo primo film Maciste all’inferno: lo vide al Fulgor da bambino seduto sulle ginocchia del padre) e se ne innamorò perdutamente, per la sua fortuna e soprattutto per la nostra. Quest’anno la serata di festeggiamenti per il compleanno di Fellini si incrocerà con un altro anniversario: i 40 anni dall’uscita nelle sale di Prova d’orchestra. Non è una delle pellicole più conosciute e amate di Fellini, ma gli studiosi e gli appassionati del cinema felliniano sanno quanto questo film sia stato importante nel suo cammino artistico.

La serata dedicata al compleanno del maestro si svolgerà, naturalmente, al Fulgor. A introdurre la proiezione di Prova d’orchestra ci sarà sicuramente Francesca Fabbri Fellini, nipote del regista e ambasciatrice nel mondo delle sue opere. Ma quella sera la Fellini non sarà l’unica ospite. Il Comune e la Cineteca stanno lavorando per portare a Rimini altri personaggi, e non mancheranno le sorprese.

L’omaggio a Fellini non si esaurirà in una sola serata. Da mesi è cominciata, tra rassegne, convegni di studio e proiezioni la lunga marcia di avvicinamento verso il 2020, centenario della nascita del regista. Una ricorrenza che coinvolgerà non solo Rimini: ci saranno mostre e progetti di respiro internazionale in Italia e all’estero. E’ un traguardo che la città del maestro vuole tagliare con due grandi obiettivi. Il primo, considerando anche l’investimento, è realizzare il museo internazionale dedicato a Fellini, che coinvolgerà sia il rinato Fulgor, sia Castel Sismondo e piazza Malatesta.

Un intervento da 12 milioni di euro, finanziato dal ministero ai Beni culturali. Il progetto è stato affidato (tramite bando) alla casa di produzione cinematografica Lumiere, e in questi mesi si sta completando la progettazione definitiva dell’intervento. A dare consigli e suggerimenti un comitato di intellettuali ed esperti, di cui fanno parte la stessa Francesca Fabbri Fellini, Paolo Fabbri (già direttore della Fondazione Fellini) e critici e studiosi del cinema come Mario Sesti e Luca Beatrice. Sarà un museo tutto da vivere, con la ricostruzione di set dei film di Fellini, videoinstallazioni e anche opere di vari artisti disseminate in piazza Malatesta. Il museo sarà pronto, si spera, proprio nel 2020.

L'altro grande regalo che Rimini farà a Fellini per i cent’anni dalla nascita è la pubblicazione di una nuova edizione del Libro dei sogni. Si tratta del famoso diario dove il regista ha trascritto e illustrato - praticamente ogni giorno, dal 1960 al 1990 - i suoi sogni, anticipando con quei disegni le figure e addirittura le scene di molti dei suoi film. I primi editori che hanno risposto alla manifestazione di interesse del Comune, dovranno presentare entro il 31 gennaio il progetto che intendono realizzare.

Risulteranno decisivi, ai fini dell’aggiudicazione, l’autorevolezza di curatela e contributi critici, l’impegno a pubblicare l’opera in più edizioni e ad assicurarne una adeguata tiratura e distribuzione, nonché a promuoverla nei principali festival del cinema e fiere dell’editoria. Per il 20 gennaio 2020 sarà così a disposizione una nuova edizione rilegata del Libro dei sogni (dopo la prima pubblicata da Rizzoli nel 2007 e ora fuori catalogo), per celebrare il centenario della nascita di Fellini. Un’opera per tornare a sognare con il più visionario dei registi.