Rimini, 12 maggio 2018 - Per lui Rimini «è quel casello dell’autostrada che collega la realtà e la fantasia». E’ una delle tante dediche d’amore che Gino Vignali (il ‘papà’ di Zelig e Smemoranda in coppia con Michele Mozzati) riserva a Rimini nel suo nuovo romanzo giallo, La chiave di tutto. Un libro che Gino ha voluto ambientare a Rimini, dove da anni ha casa e trascorre lunghi periodi. La chiave di tutto è il primo di quattro gialli (uno per ogni stagione: si comincia con l’inverno) del noto scrittore e autore televisivo, tutti ambientati in Riviera. Protagonista è Costanza, la bella e ricca poliziotta chiamata a indagare sulla misteriosa morte di un barbone che sembra uscito da un film di Fellini. Una caccia all’assassino con il Grand Hotel a fare da sfondo. Edito da Solferino, il romanzo verrà presentato a Rimini dallo stesso Gino giovedì prossimo, al Fulgor (inizio alle 18).